Sigarette, brutte notizie per i fumatori. Per ora niente aumento ma…

A
A
A
di Redazione 20 Giugno 2017 | 15:38

Da lunedì è scattato l’aumento delle accise per le sigarette. Al momento però costano uguale: nell’immediato la maggiorazione dovrebbe essere assorbita dalle multinazionali del tabacco. Ma in futuro, come sempre accade, saranno i fumatori a farne le spese con un rincaro dei prezzi di vendita.

Secondo i calcoli del Ministero dell’Economia, il maggior carico fiscale potrebbe trasformarsi in aumenti di circa 10 centesimi a pacchetto. Come spiega Il Sole 24Ore, l’aumento delle accise interviene su tutte le componenti della tassazione, sull’ “incidenza”, la “specifica” e sull’ “onere fiscale minimo”. L’idea è di redistribuire il carico su tutte le componenti e dunque su tutti i principali produttori. Secondo i calcoli dei tecnici del Mef alcune marche subiranno un aumento di circa 11/12 centesimi e altre, quelle di fascia alta come la Philip Morris, di 8/9 centesimi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X