Ritorno a scuola tra spese e risparmio: dove e come risparmiare grazie all’e-commerce

A
A
A
di Redazione 1 Settembre 2017 | 10:00

Entro il 15 di settembre gli studenti di tutta Italia ritorneranno sui banchi di scuola. Per loro le giornate che precedono questo momento coincidono con la fine dell’estate e dei compiti delle vacanze, ma per i genitori si tratta di una fase delicata, caratterizzata da una serie di spese da affrontare per il ritorno in aula. Tra libri, cartelle, diari e articoli di cancelleria, l’investimento per il corredo scolastico del “back to school” rappresenta infatti una voce significativa nel bilancio delle famiglie di tutto il paese. Proprio in occasione di questo appuntamento, idealo – il portale internazionale per la comparazione prezzi degli acquisti online – ha realizzato uno studio sui prezzi dei principali prodotti scolastici, fornendo indicazioni sulla spesa media per i primi tempi e facendo una serie di attenti confronti per capire se, dove e come è possibile risparmiare.

Come ogni anno, l’Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha monitorato il costo del materiale scolastico (compresi i ricambi), registrando un aumento medio del +0,7% rispetto al 2016 . Per far fronte a questi aumenti, idealo ha stimato il prezzo medio online di un kit base per affrontare il mese di Settembre, perfetto per il “back to school” di un alunno delle scuole elementari: si può spendere intorno ai 160 euro per un set-tipo, composto da uno zaino, un diario per l’anno scolastico 2017-2018, un astuccio, un set di 5 penne a sfera, una confezione da 12 di matite colorate insieme a una gomma, un righello e un paio di forbici, senza dimenticare un blocco da disegno, 6 quadernoni e alcuni extra, come una maglia e un paio di pantaloni sportivi, una borraccia e un ombrello.

Scendendo nel dettaglio e confrontando i dati di Federconsumatori, ovvero i prezzi medi dei vari prodotti a seconda del canale di vendita (supermercati/ipermercati, da un lato, e cartolibrerie, dall’altro), con quelli proposti online, idealo ha segnalato anche quale settore offre, in generale, le maggiori possibilità di risparmio e, in particolare, quali prodotti è più conveniente acquistare tramite un canale e-commerce. Complessivamente emerge che acquistare in cartolibreria è la scelta meno vantaggiosa per le famiglie: in media i prodotti su questo canale di distribuzione costano il 24,24% in più rispetto a supermercati e ipermercati e il 14,88% in più rispetto alle offerte online. Se la grande distribuzione la fa da padrone per quanto riguarda la media generale, si osserva che ci sono alcuni prodotti che risultano ben più economici se acquistati su internet.

Ad esempio, astucci, zaini standard e quaderni costano meno online rispetto alla media dei prezzi nei supermercati. Pur considerando le offerte più alte disponibili, gli astucci, nella loro versione “vuota”, costano il 5,3% in meno online rispetto ai prezzi delle grandi catene di distribuzione e circa il 23,2% in meno rispetto ai negozi di cartoleria; risparmio simile anche per gli astucci già corredati di penne, matite e accessori vari per la scuola (-2% rispetto alla grande distribuzione e -16,2% rispetto alle cartolibrerie); per gli zaini standard i dati sono ancor di più a favore del canale online (qui costano il 3,85% in meno rispetto a supermercati e ipermercati e il 20,9% in meno rispetto ai prezzi della vendita al dettaglio). Nel caso dell’acquisto dello zaino, comprare online non ha solo dei vantaggi in termini economici; grazie alla grande quantità di informazioni disponibili sul web è possibile anche fare una verifica più completa sui requisiti, sulla qualità e sulla disponibilità di modelli particolari, spesso difficili da trovare, soprattutto nelle giornate che precedono l’inizio della scuola. Anche quaderni e quadernoni costano meno su internet, soprattutto se si prediligono le offerte multiple (in media si è calcolato che un quadernone A4 in media ha un costo di 1,45 euro al supermercato, di 1,88 in cartoleria e di 1,39 euro online).

Il supermercato o l’ipermercato risultano più vantaggiosi in altri casi, ad esempio per l’acquisto di diari, zaini trolley e per l’asilo, matite colorate, anche se bisogna fare attenzione ai possibili rincari legati a questo particolare periodo dell’anno .

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Monnalisa (Aim), in crescita l’ecommerce nel quarto trimestre 2020

La ripresa è online: i casi Alibaba, Amazon e Zalando

Il futuro del commercio e la caring economy: i trend dei consumi da non perdere nel 2021

NEWSLETTER
Iscriviti
X