Il buono pasto diventerà moneta corrente

A
A
A
di Redazione 4 Settembre 2017 | 17:12

Il Governo con un decreto varato dal Ministero dello Sviluppo Economico che entrerà in vigore dal 9 settembre ha introdotto una modifica dell’utilizzo dei buoni pasto, che diventerà una vera e proprio moneta corrente per ogni tipo di spesa. Il nuovo decreto infatti stabilisce che i buoni pasto potranno essere concessi anche ai lavoratori part-time e non solo a quelli assunti a tempo pieno, purché subordinati: i buoni pasto potranno essere attribuiti anche ai lavoratori per i quali non è prevista la pausa pranzo.

Inoltre, non potranno essere ceduti a soggetti diversi dal beneficiario. Ma la novità più importante è la cumulabilità: le nuove norme stabiliscono che i buoni pasto possono essere utilizzati per un limite massimo di buoni pasto spendibili nello stesso esercizio pari a otto. Potranno essere usati presso bar, supermercati, mense e spacci aziendali, agriturismi e mercati rionali. Infine, con le nuove norme i buoni pasto potranno essere utilizzati anche in giornate non lavorative.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Buoni pasto: dal 10 settembre utilizzabili anche negli agriturismi, nei mercatini e …

NEWSLETTER
Iscriviti
X