Affitti in nero, in 5 anni la cedolare secca fa piazza pulita

A
A
A
di Redazione 28 Settembre 2017 | 09:50

La cedolare secca ha un effetto benefico sul mercato degli affitti in nero. Secondo la nota di aggiornamento al Def, infatti l’introduzione della cedolare secca ha fatto calare drasticamente l’evasione tributaria nel settore delle locazioni.

Nel “Rapporto sui risultati conseguiti in materia di misure di contrasto all’evasione fiscale e contributiva”, allegato alla nota di aggiornamento del Def, emerge come a partire dall’introduzione della cedolare secca sugli affitti, l’evasione tributaria (tax gap) è diminuita del 42% e la propensione all’inadempimento si è ridotta del 40%. In particolare, tra il 2010 ed il 2015 il tax gap è passato da 2,3 a 1,3 miliardi di euro, mentre la propensione al gap è scesa dal 25,3% al 15,3%.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti immobiliari, case: affitti in crescita del 5,8% in Italia

Immobilare, affitti: le previsioni per l’Italia e l’Europa

Affitti delle case in calo dell’1,2% a gennaio 2021. Milano maglia nera

NEWSLETTER
Iscriviti
X