Gli italiani vorrebbero riuscire a risparmiare su Rc auto, luce e gas

A
A
A
di Luca Spoldi 20 Marzo 2018 | 19:32

Gli italiani discutono per le spese di casa

Sapete quali sono i motivi per cui ogni giorno 6 milioni di italiani hanno una discussione più o meno accesa? Le spese familiari, secondo i risultati dell’indagine che Facile.it ha commissionato all’istituto di ricerca mUp Research in occasione dell’apertura del suo store a Roma. Secondo lo studio, in particolare, in famiglia, a fare attenzione al risparmio è sono principalmente le donne, mentre gli uomini sono considerati, nel 58% dei casi, degli spreconi.

Anche voi avete queste abitudini “risparmiose”?

Sempre secondo lo studio sono 32,6 milioni gli italiani che dichiarano che, nella propria famiglia, almeno uno dei componenti ha una vera e propria mania da risparmio, 6,1 milioni di italiani segnalano di riutilizzare più volte alluminio o pellicola trasparente per alimenti, mentre 5,3 milioni mettono l’auto in folle per risparmiare carburante quando si trovano a percorrere strade in discesa e 2,6 milioni di italiane aprono a metà i dischetti struccanti. così da poterli usare più volte.

Rc auto, luce e gas le voci di costo più rilevanti

Un ulteriore dato rilevato da mUp per Facile.it fa riflettere: in Italia sarebbero 3 milioni i cittadini che, per risparmiare, comprano solo alimenti prossimi alla scadenza e pertanto in sconto. Fra le spese domestiche quelle che incidono maggiormente sul budget delle famiglie italiane ormai sono l’assicurazione Rc auto e le bollette di luce e gas, ma se per l’Rc auto sono 16,9 milioni gli italiani che nel 2017 sono già riusciti a ridurre i costi, le tariffe luce e gas restano le voci di spesa su cui si vorrebbe riuscire a risparmiare di più anche nel 2018.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Bollette: in Italia prezzi più alti per luce e gas rispetto a medie europee

Bollette luce e gas, una buona notizia…e una brutta

NEWSLETTER
Iscriviti
X