Startup creative, in Inghilterra nuovi percorsi di crescita

A
A
A
di Luca Spoldi 20 Giugno 2018 | 09:20

Nuove strade per far crescere startup creative

Accedere ad una fonte di finanziamento dai costi non proibitivi per sostenere la crescita di startup innovative non è mai stato semplice, neppure in Gran Bretagna. Per questo società come The Floow, che elabora dati per aiutare a prevenire incidenti stradali, o Hammerhead, che sviluppa avatar in 3D altamente realistici da utilizzare all’interno di videogiochi o film di animazione, si sono rivolti a Creative England, una società senza fini di lucro che supporta e investe in talento creativo.

L’esempio di Creative England

Fondata nel 2010, Creative England si definisce “un investitore, un influencer e un creatore” ed ogni anno puibblica CE50, un elenco dei 50 migliori individui e aziende che hanno rivoluzionato le industrie creative del Regno Unito, una sorta di “Who’s Who” dei talenti britannici, come l’ha definito The Guardian a cui Patrick Mehjabeen, direttore finanziario di Creative England, ha dichiarato: “la creazione dell’elenco CE50 ogni anno ci consente non solo di identificare i futuri leader creativi, ma di guardare indietro al successo dei precedenti premiati e vedere fino a che punto sono arrivati”.

Un supporto non solo finanziario

Ho avuto il piacere di lavorare con alcune di queste aziende e testimoniare la loro determinazione e spirito di innovazione di prima mano. Questo spirito è vitale per la crescita della nostra economia, quindi dobbiamo garantire che alle aziende di questo settore sia fornito il sostegno di cui hanno bisogno per crescere e prosperare”. Un esempio che in Italia, da sempre ritenuta patria di artisti e creativi tra i migliori al mondo, potrebbe essere utile seguire per sostenere la crescita delle startup più innovative e creative.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X