Supercar: alla McLaren i Suv non interessano

A
A
A
di Luca Spoldi 6 Settembre 2018 | 10:11

Suv-supercar, accoppiata vincente?

Lamborghini, Porsche, Aston Martin e Maserati già ne hanno uno in catalogo e persino Ferrari ha confermato che entro il 2020 al massimo lo lanceranno sul mercato: l’accoppiata Suv-supercar sembra spopolare in un mercato che sempre più spesso vede le classiche berline cedere il passo ai veicoli sport-utilivy (ritenuti destinati a superare il 50% del mercato dell’auto negli Usa nei prossimi anni).

McLaren non è interessata alla partita

Eppure non tutti sono convinti che accoppiare auto supersportive e Suv sia sempre la strada giusta: in una recente intervista Mike Flewitt, Ceo del produttore britannico McLaren, ha ribadito che non inserirà mai questo tipo di veicolo nella sua gamma prodotti: “Ci sono Suv più che a sufficienza in giro per il mondo, non abbiamo bisogno di un altro” ha spiegato.

Esperienze di guida totalmente diverse

Flewitt ha aggiunto che un Suv non aggiungerebbe nulla al marchio McLaren, famoso per le sue auto sportive e per grandi piloti. “I Suv sono grandi, hanno un loro posto (sul mercato, ndr) ma non sono auto per grandi piloti. Anzi diluiscono in modo assoluto l’esperienza di guida, cosa che non ha alcun senso” per McLaren.

Necessarie troppe risorse per lo sviluppo

Non solo: essendo un piccolo produttore indipendente di supercar, McLaren non avrebbe neppure le risorse finanziarie necessarie per competere con marchi come Lamborghini, Porsche e Bentley, che appartengono tutti al gruppo Volkswagen e condividono la tecnologia per ripartire i costi di sviluppo dei differenti modelli.

Suv non piacerebbe ai clienti McLaren

Una tecnologia che McLaren dovrebbe sviluppare da zero senza poter contare su adeguati volumi produttivi, anche perché, ha aggiunto Flewitt, i clienti di McLaren amano esattamente le supercar che essa produce attualmente e difficilmente sarebbero interessati a un genere di veicolo totalmente differente. Insomma, la sfida a Ferrari, Lamborghini e Porche continuerà, ma solo in pista e non certo sugli sterrati.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Aston Martin debutta in rosso alla City di Londra

Aston Martin fa correre Ferrari, sfiorati i 117 euro per azione

Investindustrial porterà Aston Martin in borsa

NEWSLETTER
Iscriviti
X