Startup: il successo può arridere anche alle ragazze

A
A
A
di Luca Spoldi 6 Agosto 2019 | 14:02

Startup di successo solo per i ragazzi?

Avete mai prestato attenzione al fatto che la maggior parte se non la totalità delle startup di successo che hanno creato nuovi social media in questi anni sono state fondate e dirette da ragazzi? E’ successo con Facebook, lanciato da Mark Zuckerberg quando era studente ad Harvard, Snapchat, creato da Evan Spiegel e Bobby Murphy mentre frequentavano Stanford, e Instagram, sviluppato da Kevin Systrom e Mike Krieger (anche loro studenti a Stanford).

Le ragazze combattono le molestie online

Le ragazze finora non hanno avuto altrettanto successo, mentre hanno conquistato la parte del leone nel combattere le molestie che dilagano sulle piattaforme digitali online, la gran parte delle quali come nota TechCrunch non è riuscita finora a incorporare funzionalità di sicurezza su misura per le esigenze degli utenti appartenenti a minoranze. Ora le cose potrebbero cambiare.

Squad, un successo tra le ragazze di tutto il mondo

Squad, startup che ha sviluppato l’omonima app di social screen sharing che consente di aprire una videochat fino ad un massimo di sei persone, con la possibilità di condividere ciò che che si vede sul telefono invece di mostrare il prorpio viso, vede come Ceo e co-founder Esther Crawford e sembra riscontrare crescente successo tra le ragazze di tutto il mondo, che costituiscono il 70% dei 450 mila utenti registrati in questi primi otto mesi di attività secondo quanto riferito dalla stessa Crawford a TechCrunch.

Donne di successo finanziano Squad

Non solo: Squad ha raccolto alla fine dello scorso anno 5 milioni di dollari in un primo round di finanziamento “seed” guidato dalla general menager di First Round Capital, Hayley Barna, a cui hanno partecipato anche venture capitalist e business angel come Y Combinator, BBG Ventures, Basis Set Ventures, Jesse Draper, Gary Vaynerchuk, Niv Dror e Dream Machine (il fondo di Alexia Bonatsos). Una startup creata da ragazze, finanziata da numerose “ex ragazze” di successo e che ha successo tra le ragazze. Se son rose, è il caso di dirlo, fioriranno.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X