World Economic Forum: nei prossimi 18 mesi si gioca il futuro del mondo

A
A
A
di Luca Spoldi 19 Maggio 2020 | 12:09

18 mesi cruciali per il destino del mondo

Se i leader mondiali, imprese e responsabili politici, non collaboreranno per gestire le conseguenze della pandemia, nei prossimi 18 mesi aumenteranno le difficoltà economiche e il malcontento sociale. Sono le conclusioni ndi un report del World Economic Forum dedicato al Covid-19 e ai rischi che si profilano con la ripartenza delle economie, che peraltro offre anche l’opportunità di una nuova fase di prosperità.

Ricaduta economiche Covid-19 rischiano di essere pesanti

Nel report, redatto in collaborazione con Marsh & McLennan e Zurich Insurance Group, è stato chiesto a quasi 350 risk manager di valutare le prospettive per i prossimi 18 mesi e di classificare le loro maggiori preoccupazioni in termini di probabilità e conseguenze per il pianeta e per le attività economiche. L’immediata ricaduta economica del Covid-19 domina la percezione dei rischi da parte delle aziende, rischi che vanno una prolungata recessione all’indebolimento della posizione fiscale delle principali economie, fino all’introduzione di restrizioni più severe sulla circolazione transfrontaliera di merci e persone e al crollo di qualche importante mercato emergente.

Occorre evitare futuri shock sistemici

Ma il report invita anche i leader ad agire subito contro una serie di futuri shock sistemici come la crisi climatica, le turbolenze geopolitiche, l’aumento delle disuguaglianze, le tensioni psicologiche delle persone, le lacune nella governance tecnologica e la continua pressione sui sistemi sanitari. A lungo termine saranno questi i rischi ad avere implicazioni serie e di vasta portata per le società, l’ambiente e la governance delle tecnologie innovative.

Crisi ha rivelato inadeguatezze del passato

“La crisi ha devastato vite e distrutto mezzi di sussistenza. Ha innescato una crisi economica con implicazioni di vasta portata e rivelato le inadeguatezze ereditate dal passato. Oltre a gestire l’impatto immediato della pandemia, i leader devono collaborare tra loro e con tutti i settori della società per affrontare i rischi noti che stanno emergendo e adottare un approccio resiliente per affrontare quelli sconosciuti” spiega il report. Allo stesso tempo si apre “un’opportunità unica di approfittare di questa crisi per agire in modo diverso e ricostruire economie migliori, più sostenibili, resilienti e inclusive” spiega Saadia Zahidi, Managing Director del World Economic Forum.

Pandemia avrà effetti a lungo termine

Peter Giger, Group Chief Risk Officer del gruppo Zurich Insurance aggiunge: “La pandemia avrà effetti a lungo termine poiché il tasso elevato di disoccupazione influisce sulla fiducia, la disuguaglianza e il benessere e mette in discussione l’efficacia dei sistemi di protezione sociale. Con pressioni significative sull’occupazione e l’istruzione (oltre 1,6 miliardi di studenti hanno perso la scolarizzazione durante la pandemia) siamo di fronte al rischio di un’altra generazione perduta. Le decisioni prese adesso determineranno gli sviluppo di questi rischi o opportunità”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

L’allarme di Deloitte sul calcio: i 20 top club perderanno 2 miliardi di euro di entrate. In Italia, Juventus prima per ricavi

Covid-19, la variante inglese colpisce anche le reti

Cristiano Ronaldo positivo al Covid-19. E in Borsa la Juventus ne risente

NEWSLETTER
Iscriviti
X