In attesa degli aerei, sono ripartiti i treni veloci

A
A
A
di Luca Spoldi 22 Maggio 2020 | 10:47

Recovery Fund Ue per rafforzare linee ferroviarie

Per parafrasare un vecchio detto, in assenza di aerei, anche i treni ad alte velocità trottano. Mentre il settore del trasporto aereo resta in attesa di poter prudentemente riaccendere i motori, l’Europa sembra intenzionata a rafforzare il suo trasporto su rotaie, con Salcef (gruppo italiano leader internazionale nella manutenzione e costruzione di infrastrutture ferroviarie, che a Piazza Affari capitalizza poco più di 400 milioni di euro) che potrebbe mettersi in luce, visto che secondo alcune voci il nuovo Recovery Fund europeo proposto da Francia e Germania potrebbe destinare sino a 40 miliardi di euro al potenziamento dei corridoi chiave e al ricambio del materiale rotabile.

Trenitalia, crescono le corse delle Frecce

Un ulteriore obiettivo potrebbe essere quello di potenziare i servizi di treni notturni in Europa secondo il sito Euractiv.com. Nel frattempo in Italia i gestori ferroviari tornano a rafforzare il servizio. Trenitalia dopo aver già portato da 18 a 38 i collegamenti giornalieri delle Frecce (di cui 35 per le sole Frecciarossa) dal 3 giugno li riporterà a 74 al giorno. Ovviamente si continueranno a osservare le misure di distanziamento sociale, per cui i posti sono prenotabili, a scacchiera, solo fino al 50% della capienza, mentre a bordo il personale distribuisce un “safety kit” gratuito costituito da mascherina, gel igienizzante per mani, guanti in lattice e poggiatesta monouso, insieme a una lattina d’acqua per tutti i passeggeri.

Anche Italo è ripartito e aggiungerà nuove destinazioni

Italo dal canto suo è ripartita ieri, 21 maggio, con 8 convogli giornalieri sulle linee Torino – Salerno e Venezia – Napoli (con le quali sono raggiungibili le città di Torino, Milano, Venezia, Padova, Ferrara, Reggio Emilia, Bologna, Firenze, Roma, Napoli e Salerno). Dal 3 giugno la rete sarà potenziata da ulteriori treni che permetteranno di raggiungere anche Bolzano, Trento, Rovereto, Rovigo e Verona mentre dal 14 giugno la rete di Italo si arricchirà di nuove destinazioni. Sarà infatti possibile raggiungere Reggio Calabria, Paola, Lamezia Terme, Rosarno, Villa San Giovanni, oltre ad Agropoli/Castellabate, Vallo della Lucania e Sapri. Prevista in luglio anche l’apertura di una nuova linea con fermate ad Ancona, Pesaro e sulla riviera romagnola con Riccione e Rimini.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Abbonamenti Trenitalia a rischio per l’Alta Velocità, i costi potrebbero raddoppiare

NEWSLETTER
Iscriviti
X