Quanto costerà una giornata in spiaggia? Circa come nel 2019

A
A
A
di Luca Spoldi 17 Giugno 2020 | 11:35

Quanto costerà farsi un giorno di spiaggia quest’anno?

Quanto costerà andare in spiaggia a godersi un po’ di meritato riposo in riva al mare quest’anno? Più ancora che il distanziamento imposto dalle norme anti coronavirus, peserà come ogni anno la località e il periodo in cui si decide di effettuare le vacanze estive. Per fare qualche rapido esempio, a Loano, in Liguria, un ombrellone con due lettini costerà attorno ai 15-20 euro al giorno in giugno, 25-30 euro a luglio, 35 euro per tutto il mese di agosto.

A Forte dei Marmi non si supereranno i 55 euro al giorno

A Forte dei Marmi, in Toscana, al momento si pagano attorno a 35 euro al giorno, a luglio e agosto (considerati alta stagione) il costo aumenterà mediamente di 10 euro al giorno raggiungendo i 45 euro, per tornare sui 35 euro a settembre, quando sarà di nuovo bassa stagione. Altrove in regione sono peraltro previste punte di 55 euro al giorno in alta stagione.

La Riviera Romagnola mantiene prezzi popolari

Lungo la riviera romagnola dove la bassa stagione è già terminata (riprenderà dal 9 settembre) si paga dai 19 ai 21 euro al giorno al momento (e di nuovo dal 1 all’8 settembre), in base alla distanza dal mare (in ordine di fila), mentre in agosto (considerata alta stagione) il prezzo andrà dai 20 ai 23 euro al giorno. Dopo il 9 settembre i prezzi torneranno quelli della bassa stagione (da 15 a 18 euro al giorno).

Anche al Sud prezzi nel complesso abbordabili

A Meta di Sorrento, in Campania, al momento i prezzi sono rimasti ai livelli dello scorso anno ed oscillano, per un ombrello e due lettini, sui 15-19 euro al giorno, con ingresso gratuito per i bambini sotto gli 11 anni d’età. A Letojanni, in Sicilia, mediamente per la stessa offerta si pagano al momento 15 euro, costo che salirà a 18 euro al giorno in luglio e a 20 euro al giorno in agosto (per tornare sui 15 euro al giorno a settembre).

Pochi i rincari, ma sarà meglio prenotare

L’elenco potrebbe continuare, ma la sensazione è che la grande maggioranza degli operatori (si stima attorno al 75%-80% dei lidi) abbia preferito non alzare o alzare in modo estremamente contenuto i prezzi per paura di perdere clientela, cercando di utilizzare al meglio la superficie disponibile pur applicando le misure precauzionali previste per fronteggiare l’emergenza Covid-19. Quasi tutte le strutture consentono di acquistare online il biglietto e visto che qualche problema potrebbe riguardare proprio il numero massimo di accessi giornalieri, il suggerimento è di contattare i lidi per tempo così da non avere spiacevoli sorprese all’ingresso.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Rendiconti Mifid 2, ecco le novità delle linee guida di Assoreti-Assogestioni

Costi di casa: le tariffe aumentate dopo l’emergenza Covid

Etf, Franklin Templeton sigla un accordo di distribuzione con IWBank

NEWSLETTER
Iscriviti
X