Compagnie aeree, il Covid-19 ha cambiato le prospettive

A
A
A
di Luca Spoldi 19 Giugno 2020 | 11:27

Notizie contrastanti dalle compagnie aeree europee

Segnali contraddittori dal settore aereo europeo. Mentre le aerolinee scandinave Norwegian Air e Sas hanno annunciato la riattivazione di nuovi collegamenti dal primo luglio citando i segnali di recupero della domanda dopo la pandemia di Covid-19, la tedesca Lufthansa ha fatto sapere che la sua flotta di maxi jumbo Airbus A380 sarà tenuta in naftalina per almeno due anni e potrebbe persino non tornare mai più in servizio poiché la domanda di viaggi a lungo raggio rimane soggetta alla coda dell’epidemia di coronavirus.

Sas e Norwegian Air riattivano collegamenti

Sas tornerà a usare 40 dei suoi aeromobili a luglio, rispetto ai 30 attualmente in uso, riattivando collegamenti verso il Sud Europa e in particolare con Spagna, Italia e Portogallo. Anche così Sas raggiungerà soltanto un terzo circa rispetto al livello dei collegamenti effettuati l’anno scorso. Più cauta Norwegian Air che riprenderà i voli tra Copenaghen e la città danese di Aalborg dal primo luglio, riattivando così la prima rotta della compagnia aerea fuori dalla Norvegia dall’inizio del blocco legato all’emergenza Covid-19.

Lufthansa mette in naftalina i suoi A380

Lufthansa dal canto suo stava già ritirando metà della flotta di 14 Airbus A380 e non ha ancora deciso che fare degli ultimi 7 veivoli. La possibilità di rivederli operare da Francoforte sono al momento “vicine a zero” ma tutto resta da decidere e gli aerei rimarranno malinconicamente parcheggiati negli hangar di Monaco. Se poi dal 2022 in avanti vi sarà abbastanza domanda per voli su rotte redditizie come quelle verso New York e Chicago, il gigante dei cieli potrà tornare a volare, altrimenti il suo destino sarà segnato.

Il Covid-19 ha cambiato le regole del gioco

Del resto a causa del Covid-19 già Air France ha avviato il ritiro dei suoi A380, mentre Emirates, che con 65 esemplari è la compagnia aerea che maggiormente aveva puntato sul A380, per ora starebbe valutando piani per ritirarli a sua volta. In ogni caso, le compagnie aeree del prossimo futuro abbandoneranno ogni rivalità basata sul “prestigio” e si concentreranno sui numeri, tanto che Lufthansa ha annunciato che ridurrà la flotta di 100 aeromobili per abbassare i costi, partendo proprio da quelli di maggiore dimensioni che saranno, almeno in parte, sostituiti dal Boeing 777-X, concorrente del A350 più che del A380.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Trasporto aereo: 2020 da incubo, 2021 anche peggio?

Aiuti miliardari ad Air France e Lufthansa, che fine farà Alitalia?

Certificati, da Banca Imi otto nuovi bonus cap su azioni italiane ed estere

NEWSLETTER
Iscriviti
X