Haidelpay porta in Italia oltre 200 metodi di pagamento online

A
A
A
di Ettore Mieli 12 Luglio 2017 | 15:29

Heidelpay, società che con i suoi 16.000 clienti è tra i principali Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP) al mondo, fa il suo ingresso in Italia con Intergic. In un momento di grande fermento per il settore, il digital solutions provider di soluzioni tecnologiche innovative per l’e-commerce e il marketing digitale, Intergic, porta nel mercato italiano l’istituto che autorizza oltre 200 metodi di pagamento online nazionali e internazionali.

Il recente ingresso di heidelpay nel portafoglio del player italiano ha portato all’inaugurazione della Business Unit e-payment Intergic, già forte della presenza del brand SOFORT per i servizi di acquisto sicuro di merci e servizi in Internet. Una specializzazione sempre più strategica, destinata a lasciare un’impronta sempre più rilevante nel mercato italiano dei pagamenti elettronici.

Fondata a Heidelberg (Germania) nel 2003, heidelpay è sia un collecting sia un acquirer player che riveste un ruolo fondamentale nella soluzione dei problemi dei cross border payment, grazie a una piattaforma di strumenti estremamente completa, che coniuga la perfezione tedesca alla semplicità di utilizzo e alla flessibilità.

Con 7 sedi e oltre 100 collaboratori in tutta Europa, heidelpay lavora per retailer e gestori internazionali che possono ricevere pagamenti da 160 paesi di tutto il mondo in 120 valute diverse. Ed è un fornitore di servizi di pagamento full-service che mette a disposizione gli strumenti necessari per una gestione sicura e comoda dei pagamenti.

La suite che comprende 200 metodi di pagamento è in costante ampliamento e si integra con oltre 50 piattaforme di e-commerce, senza richiedere implementazioni e installazioni onerose e complicate. Autorizzato e regolato dalla Federal Financial Supervisory Authority BaFin, agenzia federale tedesca indipendente che riporta al Ministero Tedesco delle Finanze, heidelpay attualmente conta un transato di 3,5 miliardi di euro; una cifra in costante crescita, grazie alla sua gamma completa di servizi omni-channel per la gestione elettronica dei pagamenti: contratti di accettazione, collecting, integrazione, elaborazione dei pagamenti, report e analisi. Servizi adottati da clienti del calibro di: Alternate, Cinemaxx, Elite Partner, L‘Oréal, meinfernbus.de, Melitta, Netto, Süddeutsche Zeitung, WMF, immobilienscout24, Diageo, Durable, Euronics e tanti altri ancora.

Fondata dal CEO, Mirko Hüllemann quattordici anni fa, heidelpay è un PSP personalizzabile che si adatta alle esigenze di retailer e merchant di tutte le dimensioni, perché le sue caratteristiche di semplicità e completezza la rendono adattabile a tutte le esigenze nei pagamenti elettronici.

“Le previsioni rilasciate in occasione del NetComm, parlano chiaro: il giro d’affari del commercio elettronico nel mercato italiano arriverà, nel 2017, a quota 23,2 miliardi di euro con una crescita del 16% rispetto al 2016. L’e-commerce italiano, quindi, è sempre più alla ricerca di soluzioni affidabili, semplici e trasparenti per gestire le transazioni degli oltre 18 milioni di e-shopper tricolori – sottolinea Marino Casucci, Fondatore & CEO di Intergic -. Un mercato in espansione al quale proponiamo soluzioni che contribuiscono ad aumentare la redditività di retailer e merchant, semplificando il loro lavoro attraverso l’automazione dei processi e una gestione lineare del business. Portare heidelpay in Italia ci permette di ampliare ulteriormente la specializzazione del nostro team nell’e-payment e di creare un centro di competenza specializzato nei pagamenti digitali”.

“Siamo molto orgogliosi di entrare nel mercato italiano con la nostra piattaforma e con i nostri servizi che si adattano alle esigenze di piccoli, medi e grandi distributori e negozi online – sottolinea il CEO di heidelpay, Mirko Hüllemann -. Siamo certi che la varietà e la differenziazione della nostra offerta possa far presa sulle esigenze di semplificazione del commercio elettronico italiano e agevolare le operazioni di pagamento cross border per incrementare le esportazioni e i rapporti con l’estero”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X