Damiani rimbalza in vista del delisting

A
A
A
di Luca Spoldi 28 Dicembre 2018 | 14:55

Damiani verso il delisting

La famiglia Damiani si prepara a dire addio a Piazza Affari, avendo annunciato un’Opa volontaria sul titolo della propria società di gioielleria a 0,855 euro per azione finalizzata al delisting. Il titolo Damiani aveva debuttato a Piazza Affari nell’ottobre del 2007 al termine di un collocamento a 4 euro per azione che aveva consentito di raccogliere oltre 100 milioni tramite la vendita di 28,99 milioni di azioni (una volta esercitata la greenshoe).

Con l’Ipo la famiglia intascò oltre 42 milioni di euro

Di questi 18,42 milioni di titoli erano nuove azioni, mentre gli altri 10,52 milioni erano stati posti in vendita dagli stessi Damiani che dunque avevano incassato oltre 42 milioni di euro con l’operazione. Ora agli stessi Damiani (che agiscono tramite la holding di famiglia Leading Jewels SA, ndr) il delisting arriverà a costare poco più di 11,82 milioni di euro, ossia circa un quarto dei fondi raccolti con lo sbarco in borsa.

Operazione a basso costo per gli imprenditori alessandrini

Portandosi a 0,86 euro per azione il titolo oggi rimbalza del 5,65% e oscilla appena sopra i valori dell’offerta, segno forse che qualche investitore non esclude che l’offerta stessa possa essere ritoccata al rialzo. Anche così il titolo resta non solo nettamente al di sotto dei livelli dell’Ipo di oltre 10 anni fa, ma anche solo dalle quotazioni di 12 mesi or sono, superiori alle attuali di oltre il 26% alla chiusura di ieri.

Opportunità di sviluppo tra motivazioni dell’operazione

Nonostante gli imprenditori alessandrini citino tra le motivazioni dell’operazione la volontà di assicurare “stabilità dell’assetto azionario e la continuità manageriale necessarie a Damiani per poter cogliere eventuali future opportunità di sviluppo e crescita in Italia e all’estero, nonché un indirizzo strategico volto alla valorizzazione del business nel medio-lungo periodo”, in molti a Piazza Affari sottolineano come la permanenza sul listino del titolo si sia rivelata un eccellente modo per reperire liquidità a basso costo senza dover mai minimamente mettere a repentaglio il controllo del gruppo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Piazza Affari, le azioni da monitorare

NEWSLETTER
Iscriviti
X