Trading online da mobile, come scegliere l’ app migliore

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 2 Maggio 2017 | 13:00

Abbiamo visto come il trading online stia riscuotendo un sempre crescente successo ed infatti il numero di utenti iscritti a broker è attestato in aumento. Ma la novità sta nel fatto che, come era facile immaginare dato che tutto è sempre più mobile, anche il trading si sta spostando in questa direzione, ovvero su smartphone.

Proprio in virtù di questa tendenza sono nate negli ultimi tempi tantissime applicazioni che permettono di fare trading online direttamente dal proprio device mobile. Ma a causa di questo aumento delle app, però, soprattutto per chi sta iniziando, è difficile scegliere quella giusta. Vediamo quindi le caratteristiche principali che dovrebbe avere un’applicazione di trading per essere considerata tra le migliori.

Perché è meglio un’app semplice

Soprattutto se si sta cominciando a fare trading online è bene scegliere in base alla facilità d’utilizzo e semplicità dell’interfaccia. Ma un’applicazione semplice deve comunque mettere a disposizione l’utilizzo di sistemi che consentano di fare un’analisi tecnica, di utilizzare quelli che sono i supporti e le resistenze e, dulcis in fundo, di utilizzare i livelli di Fibonacci. Molte app consentono di fare prima una prova gratuita, se non ci si trova a proprio agio è bene lasciar perdere e provare con un’altra.

E se si vogliono le funzioni avanzate?

Se si ha già una certa dimestichezza con il trading online, allora si dovrebbe cercare un’app in grado di garantire la stessa operatività delle migliori piattaforme di trading online. Caratteristiche inoltre come la possibilità di utilizzare conto demo o fare trading online in modo automatico sono sempre funzioni importanti.

Altra funzionalità interessante, invece, alla quale una buona app non dovrebbe mai rinunciare, è quella di offrire la possibilità di inserire diversi allarmi nel caso in cui si verifichino determinate condizioni, in questo modo l’utente può sempre essere avvisato ovunque si trovi. Tra le funzioni avanzate non deve poi mancare uno storico completo: le app di trading più semplici invece consentono di visualizzare solo uno storico limitato nel tempo.

Non tutti conoscono l’inglese

Questo è un bel problema: chi non conosce l’inglese parte svantaggiato. Purtroppo è così, ma oggi c’è la possibilità di avere delle app interamente in lingua italiana. In questo modo ci si può dedicare solamente al proprio business senza distrazioni e paura di non aver compreso bene qualcosa.

I costi non sono dettagli

Infine si deve prestare attenzione a quelli che sono i costi: la maggior parte delle migliori app per trading non sono gratis!

Resta poi insindacabile il fatto che per decidere quale sia per ciascuno l’app migliore, la si debba necessariamente provare.

Le migliori 5 app del momento

Secondo uno studio realizzato da Migliorcontocorrente.org ad Aprile 2017, attualmente i broker muniti di piattaforme mobile più apprezzati dagli investitori italiani risultano:

  1. Plus500
  2. eToro
  3. Markets.com
  4. iForex
  5. xTrade

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Bce, tassi invariati. “Adeguamenti a dicembre”

Consulenti, ecco tutte le app che vi possono aiutare

Back to school: l’importanza dell’education finanziaria

NEWSLETTER
Iscriviti
X