Shopping, tornano gli acquisti di cinesi e russi

A
A
A
di Finanza Operativa 5 Maggio 2017 | 12:50

Nel primo trimestre 2017, i turisti cinesi e russi confermano il loro amore verso l’Italia ineguagliabile meta di shopping. Questo uno dei trend principali, che emerge dall’analisi condotta da Global Blue, società leader di mercato per i servizi Tax Free Shopping. Da sempre amanti del nostro Paese, i Cinesi dopo un periodo di flessione sono tornati a fare acquisti in Italia consolidando nei primi tre mesi del 2017 il trend positivo già riscontrato a partire da fine 2016. Tra gennaio e marzo, infatti, gli acquisti tax free effettuati dai viaggiatori cinesi hanno registrato un incremento del 12% rispetto al medesimo periodo del 2016 con uno scontrino medio pari a 964 euro in crescita del 4%. Il ritorno di questa nazionalità, che rappresenta il 31% del mercato, dà un segnale particolarmente positivo per il settore del tax free nel Paese.
Continua ormai da diversi trimestri il trend positivo dei turisti russi: +46% gli acquisti tax free rispetto al primo trimestre 2016 con uno scontrino medio pari a 645 euro, che evidenzia, rispetto al medesimo trimestre dello scorso anno, una leggera flessione (-4%). In crescita lo shopping dei viaggiatori di Taiwan (+23%) con uno scontrino medio che, nel primo trimestre 2017, ha registrato l’incremento maggiore: +9% rispetto all’analogo periodo del 2016. Tale nazionalità, seppur in presenza minoritaria nel nostro Paese, presenta interessanti potenzialità. Segno “più” anche per gli acquisti degli Americani (+16%) e dei Coreani (+10%). I primi tre mesi del 2017, evidenziano, invece, un calo di flusso da parte dei turisti arabi (-13%), giapponesi (-10%) e svizzeri (-7%).
Il 2017 è iniziato sotto una buona stella le vendite tax free, infatti, hanno registrato un incremento del 13% a confronto con l’analogo periodo del 2016. Tutto quanto è Moda&Fashion rimane anche in questo trimestre la categoria merceologica prediletta per gli acquisti: +12% sul 2016 con uno scontrino medio pari a 729 euro, in minima flessione (-1%) rispetto all’anno passato. Nel trimestre l’analisi Global Blue evidenzia il segno “più” anche per “Orologi&Gioielli” (+10%) con uno scontrino medio pari a 2.752 euro.
Nei tre mesi di riferimento Firenze è stata la meta di viaggio dei turisti russi (+60%), mentre i cinesi hanno scelto Roma (+24%). Da gennaio a marzo i dati Global Blue evidenziano un buon andamento del canale “Outlet”, che è stato particolarmente apprezzato dai turisti russi (+61%), giapponesi (+24%) e americani (+15%). A Milano i viaggiatori internazionali passeggiando per le vie del Quadrilatero della Moda hanno acquistato “Abbigliamento e accessori” – + 10% sull’anno scorso – con uno scontrino medio pari a 932 euro. I globe shopper hanno fatto shopping nelle vie del Centro della città (+15%), fra gennaio e marzo gli acquisti tax free sono stati trainati principalmente dai turisti russi (+35%) seguiti a ruota dagli americani (+16%) e dai cinesi (+13%).
I dati Global Blue evidenziano, invece, un arresto di acquisti da parte dei turisti arabi (-16%). Bene anche Roma dove le vendite tax free all’ombra del Cupolone sono aumentate del 16%. La categoria merceologica “Gioielli&Orologi” ha superato “Abbigliamento&Accessori” +18% contro +15% rispetto al medesimo periodo dello scorso anno. Per entrambe le categorie, però, si evidenzia uno scontrino medio in flessione: -1% quello relativo all’Abbigliamento e -7% per “Orologi&Gioielli”. Per fare shopping i turisti internazionali hanno prediletto le vie del centro (+32%) e la Città Eterna è stata meta di acquisti soprattutto da parte dei Russi (+49%), degli Americani (+26%) e dei Cinesi (+24%), mentre sono calati i Giapponesi (-29%).
Trend in crescita anche per lo shopping a Firenze grazie soprattutto ai turisti russi che hanno fatto registrare un incremento degli acquisti tax free del 60% rispetto allo scorso anno. Fra gennaio e marzo i globe shopper hanno acquistato soprattutto i capi più trendy del momento (+12%) con uno scontrino medio pari a 709 euro. Le vie del centro si confermano il luogo prediletto per lo shopping: +24% rispetto al primo trimestre 2016. Continua ad esercitare il suo fascino, Venezia dove le vendite tax free aumentano complessivamente del 13% rispetto al primo trimestre del 2016. Bene “Fashion&Accessori” (+11%) con uno scontrino medio pari a 915 euro (+6%) e ancor meglio “Orologi&Gioielli” (+19%) con un budget di spesa medio di 2.113 euro (+2%). La cosiddetta “Luxury zone” è stata la zona più amata per lo shopping (+14%) trainato a pari-merito dai turisti russi (+31%) e da quelli americani (+31%), hanno registrato, invece, una flessione i viaggiatori giapponesi (-12%).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X