Gli appuntamenti della settimana dalle banche centrali

A
A
A
di Finanza Operativa 12 Giugno 2017 | 18:00

a cura di Alberto Biolzi, Responsabile Direzione Wealth Management di Cassa Lombarda

Il 14 giugno è atteso il responso di politica monetaria della FED. Il mercato dà per scontato (probabilità del 100%) un rialzo di 25 bps nei tassi di interesse a 1,00-1,25%. Molto importanti saranno le eventuali dichiarazioni sui piani per la riduzione del bilancio della Banca Centrale (le stime sono per $5-10 miliardi al mese a partire da fine anno) e le proiezioni (“dot plots”) dei tassi di interesse per i prossimi anni, al fine di capire quanto “aggressiva” la Banca Centrale Usa vorrà essere.

 La Bank of England (BOE) dovrebbe mantenere invariati i tassi. A breve dovrebbero anche prendere il via i negoziati sulla Brexit, con un governo di coalizione Tories-Unionisti nordirlandesi più debole nei confronti dell’UE.

 In Francia, il Partito “En Marche!” del neo Presidente Emmanuel Macron ha dominato il primo turno delle legislative con circa il 32% dei suffragi (davanti ai Repubblicani al 21,5% circa e il Front National al 13% circa). Questo dovrebbe tradursi al secondo turno di domenica 18 giugno in una maggioranza schiacciante (secondo le proiezioni tra i 400 e i 440 seggi su 577 dell’Assemblea Nazionale) e questo dovrebbe fornire al Presidente ampio supporto parlamentare per l’ambizioso piano di riforme promesso in campagna elettorale.

 Un gran numero di indicatori macro sarà diffuso nei prossimi giorni in Usa, tra cui i prezzi al consumo, vendite al dettaglio, gli indici manifatturieri e la produzione industriale, i dati dell’immobiliare e la fiducia dei consumatori.

 In Europa saranno pubblicati: produzione industriale, Zew, inflazione.

 In Cina: vendite al dettaglio, investimenti fissi e produzione industriale. Questa settimana sia l’Opec sia l’International Energy Agency pubblicheranno i rispettivi rapporti che dovrebbero segnalare una previsione di deficit di produzione per il secondo semestre e questo scenario dovrebbe fornire supporto all’apprezzamento del greggio.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Elon Musk è il vero re dei banchieri centrali

Investimenti, utili e Banche Centrali sostengono la ripresa

Mercati, Banche Centrali: primi segnali di tapering dal Canada

NEWSLETTER
Iscriviti
X