Lo Smi supera il terzo target al ribasso ma resta sopra 8.800

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 16 Giugno 2017 | 09:30

Il future sullo Smi di settembre prova a rimanere sopra l’area di 8.800 punti, disegnando una candela bianca con una lunga lower shadow. Restano sempre indietro i gap up tra 8.506 e 8.583 punti e tra 8.647 e 8.654 punti, ma rimane anche quello tra 9.002 e 8.982 punti. Nel dettaglio, dopo un avvio a 8.827 e un minimo a 8.758, il derivato è tornato fino a 8.837 punti chiudendo a 8.837 punti. Con la violazione di 8.820 sono così scattati gli short e il derivato ha superato il terzo target a 8.770 punti. Intanto lo Stocastico esce dalla zona di ipervenduto e crossa al rialzo la trigger, mentre la media mobile a 21 passa ora a 8.953 punti e lavora ancora da resistenza.
Dal punto di vista operativo il recupero di 8.840 punti sarebbe un nuovo segnale per il derivato che avrebbe spazio di recupero in direzione di 8.855, 8.870, 8.885 e 8.900; poi 8.920, 8.935 e 8.950 punti; infine a 8.965, 8.980 e 9.000 punti. Per contro, con la violazione di 8.820, lo Smi avrebbe primi supporti a 8.800, 8.785, 8.770, 8.750, 8.735, 8.720 e 8.700; quindi a 8.680,8.660, 8.645, 8.630, 8.615 e 8.600 punti.   M.M.
Swi20Sep17Daily

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Svizzera, l’indice Smi si conferma un buon rifugio quando sale la volatilità

Svizzera, migliorate le stime su il Pil e disoccupazione

Borsa Svizzera, Smi resiliente alla discesa come da copione

NEWSLETTER
Iscriviti
X