Prevalenza rialzista per l’Eur/Usd: l’analisi ciclica di Eugenio Sartorelli

A
A
A
di Finanza Operativa 3 Luglio 2017 | 10:00

A cura di Eugenio Sartorelli, www.investimentivincenti.it
Vi propongo un’analisi Ciclica aggiornata sul’Eurodollaro per capire i potenziali sviluppi per i prossimi giorni. Vediamo l’andamento dell’Eur/Usd a partire dal 20 giugno, con dati a 15 minuti aggiornati alla ore 9:30 del 30 giugno:
gege3006
(Il grafico è stato realizzato con un software da me ideato: il Cycles Navigator)
La linea verde a pallini rappresenta i prezzi dell’Eur/Usd (considero significativi i dati dalle ore 8 alle ore 22 per le mie analisi). La linea Bianca rappresenta il potenziale andamento ciclico (valido soprattutto per i tempi e per le tendenze e non per le forze- ovvero i prezzi). La linea Gialla in basso è un indicatore di Intensità di Forze Cicliche (ne uso circa 6-7 differenti). Le linee grigie orizzontali sono un Volume Profile Ciclico che serve per individuare alcuni livelli di Supporto/Resistenza.
Questo grafico rappresenta il Mensile (durata media intorno ad 1 mese solare) che è partito sui minimi del 20 giugno. Questo Ciclo è partito con una forza sorprendente. Dico sorprendente poiché trattasi del 3° ed ultimo sotto-ciclo di un Trimestrale partito il 10 aprile. E’ meno frequente che l’ultimo sotto-ciclo abbia una tale forza.
In base all’andamento ciclico prospettico (vedi linea bianca), la prevalenza rialzista potrebbe proseguire sino a circa l’11 luglio (vedi ellisse gialla). All’interno di questa tendenza potremmo avere dei minimi relativi intorno al 7 ed al 13 luglio (vedi frecce verdi). Dopo il 13 luglio il ciclo potrebbe entrare nella sua fase di indebolimento per andar alla sua conclusione (minimo conclusivo) entro al 25 luglio.
Giusto per dare qualche riferimento di prezzo (che io chiamo “livelli critici” e non sono veri target price- sono livelli di passaggio che confermano delle forze cicliche in atto) una prosecuzione della spinta ciclica rialzista può portare verso 1,150 e poi vi è un livello di rilevo a 1,155/1,156. Una ulteriore spinta (per ora non preventivabile vista la forza precedente) potrebbe portare sino a 1,163 e 1,170, ma ora è difficile definire se ci sarà questa opportunità.
Dal lato opposto possono esservi fisiologiche correzioni che possono portare a 1,140/1,139 e poi sino a 1,133. Valori inferiori e verso 1,130 farebbero perdere forza a tutta a questa struttura ciclica, che potrebbe così non riuscire a fare ulteriori massimi, ricordo entro la data dell’11 luglio. Valori sotto 1,128 ci direbbero di un ciclo che oramai va verso la sua fase debole.
Rammento che per quanto ci siano delle strutture cicliche all’interno dei mercati finanziari queste non sono e non possono essere esattamente regolari. Pertanto l’analisi svolta (come tutta l’analisi tecnica) non può che essere di tipo probabilistico, nel rispetto di una serie di regole che l’Analisi Ciclica prevede.
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: ecco il quadro tecnico settimanale di Eugenio Sartorelli (Siat)

Sartorelli (Siat): “I mercati azionari iniziano a perdere momentum”

Mercati azionari in recupero dopo i timori legati alla vicenda GameStop. L’analisi di Sartorelli (Siat)

NEWSLETTER
Iscriviti
X