Mercato immobiliare Usa: le vendite salgono del 20,6% a maggio

A
A
A
di Finanza Operativa 4 Luglio 2017 | 18:30

Secondo il National Housing Report di RE/MAX, dopo un breve crollo delle vendite in aprile, il mercato immobiliare è ritornato ai livelli stagionali soliti di maggio, aumentando del 20,6% rispetto al mese precedente e del 4,3% da maggio 2016. Questo è stato il mese di maggio più forte in termini di vendite in tutti i nove anni di storia del National Housing Report. Inoltre, la media di giorni sul mercato è scesa a 51 giorni e l’offerta di case in vendita è a 2,6, segnando due record che riportiamo in questo Report elaborato dal Gruppo Immobiliare RE/MAX.

  • Più di due terzi delle città analizzate ha assistito ad un aumento di transazioni
  • Il prezzo medio di vendita è stato di 232.500 dollari, il secondo più alto nella storia dell’Housing Report. Quello più alto è stato registrato nell’agosto 2008 (236.062 dollari).
  • L’offerta ha registrato una diminuzione del 16,2% da Maggio 2016 e continua a decrescere di anno in anno. Questo è il 103esimo mese di diminuzione consecutivo dall’ottobre 2008.
  • Gli Stati Uniti continuano a godere del mercato immobiliare e del valore del mattone in 52 delle 53 aree analizzate.

“A maggio, abbiamo assistito ad un miglioramento sia in termini di prestiti e in termini di vendite, le quali stanno incoraggiando le persone ad “entrare” nel mercato immobiliare.” – dichiara Adam Contos, RE/MAX Co-CEO – non ci aspettiamo che l’annuncio del Federal Reserve dello scorso 14 giugno aumenti i tassi di interesse influenzando positivamente il mercato. Ma la richiesta di case intensifica il “tiro-alla-fune” con strette offerte che controllano i prezzi”.

A maggio 2017, il prezzo mediano di vendita degli immobili venduti nelle 53 aree analizzate è stato di $232,500, maggiore del 2,9% rispetto ad aprile 2017 e maggiore del 3,6% rispetto a maggio 2016. Fargo, ND è stata l’unica città ad assistere una diminuzione su base annua del prezzo (-2,73%). Delle 53 aree, sei hanno visto un aumento a doppia cifra percentuale. Gli aumenti maggiori si sono verificati a Manchester, NH +13,2%, Seattle, WA +12,8%, Tampa, FL +12,8%, Las Vegas, NV +10,7% e Dallas/Fort Worth +10,7%.

A maggio la media dei giorni sul mercato delle case vendute è stata di 51, sei giorni in meno rispetto alla media registrata ad aprile 2017 e minore di sette rispetto allo scorso anno a maggio. I quattro mercati con la più bassa offerta di immobili sono Omaha, NE con 20, San Francisco, CA con 21, Seattle, WA con 22 e Denver, CO con 23. Si continua a registrare un maggior numero di giorni sul mercato ad Augusta, ME con 136 e Burlington, VT a 98. Con numero di giorni sul mercato si intende il numero medio di giorni che intercorre dalla presa dell’incarico alla firma del contratto.

Il numero degli immobili in vendita a maggio 2017 è diminuito dello 0,6% rispetto ad aprile 2017 e diminuito del 16,2% del rispetto a maggio 2016. Basata sul tasso di immobili in vendita a maggio, l’offerta mensile di immobili è stata di 2.6, rispetto ad aprile 2017 in cui ammontava a 2.8 e all’anno scorso in cui era a 3.0. Un’offerta di immobili a 6.0 rappresenta un mercato in equilibrio tra acquirenti e venditori. A maggio 2017, 52 delle 53 aree analizzate hanno registrato un’offerta di case in vendita minore di 6.0, indicando così un “mercato di venditori”. A 6.1, Miami, FL è stata l’unica città che ha visto un mercato con un’offerta maggiore di 6.0, tipicamente considerata adeguata per “un mercato di acquirenti”.

I mercati con la più bassa offerta sono San Francisco, CA e Seattle, WA con 0.9, e Denver, CO con 1.0 per il quarto mese di fila.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fondi, da Pictet AM un ELTIF sul settore immobiliare

Investimenti, Bankitalia: i prezzi delle case saliranno anche quest’anno

Investimenti: guerra e mercato immobiliare. Le previsioni di Nomisma

NEWSLETTER
Iscriviti
X