Segnali incoraggianti per l’industria svizzera

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 5 Luglio 2017 | 13:30

In Svizzera l’indice dei responsabili degli acquisti si è attestato in giugno a 60,1 punti, 4,5 in più di maggio. Si tratta del livello più elevato dal febbraio 2011. Un segnale incoraggiante per l’industria svizzera in quanto avranno un impatto anche sul lavoro: le prospettive d’impiego, secondo quanto riportato dal sito della Rsi, hanno infatti raggiunto 58,1 punti, contro i 51,8 di maggio.

Il dato rilevato è nettamente superiore alle attese poiché i valori maggiori di 60 erano stati infatti finora registrati solo in fasi di boom, vale a dire nel 1999-2000, nel 2005-2008 e nel 2010-2011. Ad affermalso sono gli economisti di Credit Suisse, che interpretano quanto raccolto mensilmente in un sondaggio dall’associazione di categoria Procure.ch.

L’indice era sceso nei due mesi precedenti, ma da gennaio 2016 è comunque costantemente sopra la soglia dei 50 punti e da diversi mesi oltrepassa pure la media pluriennale di 53,7.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

PayPal pronto ad abilitare la compravendita e lo shopping crypto

Bce, all’orizzonte un nuovo piano di acquisto di bond?

Anche gli Etf entrano nella “lista della spesa” della Fed

NEWSLETTER
Iscriviti
X