Fondi immobiliari fanno rotta sul social housing

A
A
A
di Marcella Persola 27 Gennaio 2009 | 14:45
Il fondo Abitare Sociale 1 creato dal Comune di Milano e gestito da Polaris Investment Italia SGR ha terminato la selezione delle aree dove cresceranno gli alloggi sociali per i progetti di social housing

Si è tanto parlato di housing sociale e se continuerà a parlare. Un segmento nel quale hanno indirizzato i loro occhi anche i fondi immobiliari e ora il Comune di Milano avvia un atto concreto in tale direzione, selezionando 11 aree che saranno destinate alla realizzazione di alloggi a canone sociale, moderato e/o convenzionato.

Le tre aree comunali localizzate in via Rasario (Figino), via Cenni e via Ferrari sono state aggiudicate al Fondo immobiliare etico Abitare Sociale 1, gestito da Polaris Investment Italia SGR, la società guidata dai salesiani e dalla Fondazione Cariplo che ha il compito di realizzare circa 500 alloggi sociali oltre a una residenza temporanea da 200 posti letto.

Tra i sottoscrittori del fondo immobiliare etico al momento figurano: Cassa Depositi e Prestiti, Banca Intesa San Paolo, la Banca Popolare di Milano, Generali Assicurazioni, la Cassa Italiana dei Geometri, Telecom Italia e Pirelli Real Estate. Per il momento il fondo ha raccolto 85 milioni di euro con i quali dovrà realizzare circa 700 alloggi da dedicare interamente alla locazione calmierata a canone sociale, moderato e convenzionato.

Dopo la fase di raccolta e con l’aggiudicazione delle tre aree, il fondo immobiliare ha completato la ricerca delle aree sulle quali saranno sviluppati i progetti. Ora toccherà pensare ai progetti, innovativi e nel rispetto dell’eco-sostenibilità, per fare un ulteriore passo avanti verso l’housing sociale.  

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X