Il pregio non tramonta mai: Milano e Roma le regine

A
A
A
di Marcella Persola 19 Gennaio 2009 | 10:50
Roma e Milano continuano ad essere le regine del mercato immobiliare di lusso. A confermarlo è uno studio di Tecnocasa che evidenzia che il mercato degli immobili di pregio non registra nessun cedimento. Anzi…

Se il mercato residenziale registra segnali di cedimento, quello delle case di pregio non sembra attraversare nessuna crisi. A confermarlo è il report pubblicato dall’Ufficio Studi di Tecnocasa che mette in evidenza che seppure il mercato residenziale nel primo semestre del 2008 ha lanciato segnali di moderata contrazione dei prezzi e delle compravendite, il segmento del mercato di pregio non si arresta.

La tenuta dei valori per questa tipologia di abitazioni è spiegabile anche con una bassa offerta presente sul mercato, infatti chi possiede un immobile di questo genere difficilmente è disposto a cederlo e le compravendite riguardano spesso soluzioni ereditate oppure da alienare in seguito al trasferimento dei proprietari in altre città. Quello che molti operatori definiscono un “mercato secondario”, o meglio che si muove su logiche di un mercato secondario, ossia che vive soltanto sulle compravendite, ma non su una nuova offerta che si rinnova. Questo perché in Italia il concetto di pregio è molto legato al centro-città e quindi è difficile trovare delle nuove abitazioni.

Le due principali città esaminate dall’Ufficio studi di Tecnocasa sono Roma e Milano. Per gli analisi del network a Roma le compravendite di prestigio si realizzano nelle zone intorno al cuore storico della città, piazza di Spagna e il Tridente in particolare, in via XX Settembre, piazza di Trevi e Campo dei Fiori. Ad acquistare tali abitazioni sono quasi sempre professionisti che abitano già in zona e talvolta il cliente straniero, amante della città, che cerca soluzioni di particolare suggestione. Mentre a Milano ci si orienta soprattutto sulle zone centrali tra cui via Manzoni e traverse, via Amedei, piazza Borromeo, piazza Della Scala, piazza Belgioioso, via Montenapoleone dove ci sono palazzi storici della metà del XIX secolo.

Un’altra zona apprezzata negli ultimi tempi è Brera dove le richieste per queste tipologie di immobili si concentrano in via Moscova, nel tratto di corso Garibaldi più vicino al centro, in via Solferino e in via S. Marco. Gli acquirenti sono rappresentati da professionisti non residenti a Milano che si trasferiscono definitivamente in città per lavoro oppure a professionisti nati e vissuti in città che desiderano una nuova abitazioni, più grande. Si segnala un aumento della domanda di soluzioni di pregio nella zona di corso Garibaldi a ridosso del progetto di “Porta Nuova” che suscita interesse nei potenziali acquirenti. Altra zona interessante per chi cerca immobili di pregio è quella che va da via Molino delle Armi e tutte le sue traverse fino a corso Italia, e da corso Italia verso il centro fino ad arrivare in piazza Carabelli e piazza Missori. I prezzi medi per le abitazioni sono di 8000 € al mq con punte di richiesta intorno a 10 mila € al mq. Mentre a Roma i top prices si raggiungono in Piazza di Spagna, con punte di 16-18 mila € al mq per le tipologie di piccola dimensione e 13 mila € al mq per quelle più grandi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti, Cina vs Taiwan: tutti gli scenari

Investimenti immobiliari: Milano fuori dalla bolla internazionale

Sotheby’s segnala un boom per le case di lusso in Italia

NEWSLETTER
Iscriviti
X