Metalli industriali in deficit di produzione ad eccezione dell’alluminio

A
A
A
di Finanza Operativa 19 Luglio 2017 | 13:00

L’ultimo sondaggio effettuato da Reuters conferma un’aspettativa per quest’anno di deficit produttivo per i metalli industriali non ferrosi, tranne che per l’alluminio. Tuttavia, tali attese molto probabilmente, sono state già scontate dal mercato con il movimento rialzista registrato nella prima metà del 2017.

Nel dettaglio, il sondaggio riporta un deficit produttivo per il rame pari a 44.000 tonnellate nel 2017 e un surplus di 74.000 tonnellate nel 2018. Per quanto riguarda l’alluminio, le attese sono per un surplus produttivo pari a 125.000 tonnellate nel 2017 e un deficit pari a 87.000 nel 2018. Per lo zinco le stime parlano di un deficit produttivo pari a 412.000 tonnellate nell’anno corrente e un deficit di 190.000 per il successivo anno. Infine, per il nickel il mercato si attende un deficit produttivo pari a 40.000 nel 2017 per poi ridurre il differenziale a favore dei consumi, portandolo a 32.000 tonnellate nel 2018.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Eurozona, la ripresa è già finita mentre tornano i lockdown

Mazziero Research: “Italia, situazione tranquilla di un Paese in affanno”

Confindustria resta scettica su prospettive crescita Italia

NEWSLETTER
Iscriviti
X