Affitti brevi, è guerra per la tassazione

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 20 Luglio 2017 | 14:15

FIMAA, Federazione Italiana Mediatori Agenti d’Affari, aderente a Confcommercio-imprese per l’Italia, ha comunicato di “prendere atto con sconcerto” di come l’attuale legislatore, con la conversione in legge del Dl 50/2017 (art 4), legata alla tassazione sugli affitti brevi, abbia ‘legittimato’ di fatto quella che considera un’attività economica abusiva.

“Accettare che portali internet (come Airbnb, Homeaway e simili) – si legge nel comunicato – che propongono la conclusione di contratti di locazione immobiliare siano qualificati come intermediari immobiliari in spregio alla legge n.39/1989, e quindi possano svolgere un’attività economica senza possedere i requisiti previsti dalla legge, soltanto per l’interesse di inquadrarli come sostituti di imposta, significa non voler considerare la professionalità, i costi e i sacrifici economici di un’intera Categoria professionale che conta più di 50mila imprese della mediazione immobiliare.

“Gli operatori regolari – prosegue il comunicato – sono abituati ad assumersi l’onere di nuove incombenze, come quella adesso voluta dal legislatore nel ruolo di sostituti d’imposta, ma non riescono proprio a comprendere come mediante l’assolvimento di questo unico onere un soggetto non abilitato ad esercitare l’attività di mediazione possa ritenersi autorizzato a compiere atti che devono considerarsi vietati dalla legge di riferimento.

“Perché allora continuare a soddisfare tutti gli altri requisiti previsti dalla legge 39/1989? – sottolinea Santino Taverna, Presidente FIMAA – Federazione degli Agenti immobiliari aderenti a Confcommercio-imprese per l’Italia – da oggi basterà esercitare l’attività di intermediazione immobiliare attraverso i portali internet e non vi saranno più gli obblighi di antiriciclaggio, assicurazione, delle 220 ore di corso per il superamento dell’esame abilitativo alla professione di agente immobiliare, e così via. Basterà unicamente soddisfare gli obblighi di sostituto di imposta e non vi saranno responsabilità professionali (ex articolo 1759 codice civile) obblighi di informazioni e di imparzialità, obblighi di avvalersi di collaboratori abilitati. Tutti liberi di esercitare la professione senza lacci e lacciuoli, e soprattutto senza competenze, professionalità e responsabilità”.

La posizione di Fimaa segue quella di Federalberghi sul rifiuto di portali quali Airbnb e simili di applicare la legge sulla tassazione. “La posizione dei portali di prenotazione che si rifiutano di applicare le nuove leggi in materia di tassazione sulle locazioni brevi – comunica la federazione degli albergatori – è inqualificabile ed inammissibile. Un conto è chiedere qualche giorno in più per mettersi in regola, anche se – prosegue la federazione degli albergatori – fa sorridere la circostanza che i colossi del web non riescano a calcolare il 21% di quanto incassato. In fin dei conti, si tratta della stessa formula matematica che utilizzano per calcolare le commissioni di loro spettanza. Ma se invece questa è una dichiarazione di guerra allo Stato, ci aspettiamo che lo Stato risponda nell’unico modo possibile: un accertamento urgente per stanare gli evasori e sanzionarli in modo esemplare.”

Federalberghi auspica che “l’Italia segua il buon esempio delle Baleari, che hanno annunciato sanzioni fino a 400mila euro per le piattaforme digitali che non provvederanno ad eliminare appartamenti irregolari e abusivi”.

Federalberghi rammenta inoltre il suggerimento formulato durante la discussione della manovrina: “occorre irrobustire la disposizione, prevedendo disincentivi per gli host che si rivolgono a portali poco trasparenti. Ad esempio, esentare dall’obbligo di registrazione unicamente i contratti stipulati per il tramite degli intermediari che trasmettono i dati all’Agenzia delle Entrate.”

 
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Affitti brevi, le novità della legge di bilancio 2021

Zorgno (CleanBnB): “Risultati di luglio e agosto oltre le aspettative”

Affitti brevi, cresce ancora il business: +8% offerta, +10% domanda, +5% prezzi

NEWSLETTER
Iscriviti
X