Rame e alluminio, cala l’import in Cina

A
A
A
di Finanza Operativa 25 Luglio 2017 | 16:30

Pechino ha pubblicato i dati inerenti alle importazioni e alle esportazioni per il mese di giugno dei principali metalli non ferrosi. Nel dettaglio, le importazioni di rame raffinato hanno segnato una contrazione pari all’11,07% su base annua per un totale pari a 271.444 tonnellate entrate dai confini cinesi. Anche le importazioni di alluminio hanno riportato una contrazione pari al 30% e per un totale pari a 9.702 tonnellate. Le importazioni di piombo hanno poi registrato un aumento percentuale pari al 136.763%, molto probabilmente, generato da un basso volume di import a giugno 2016. Il totale del piombo importato da Pechino a giugno è stato pari a 11.672 tonnellate.

Per quanto riguarda le esportazioni, rilevanti sono state le variazioni di alluminio e nickel che hanno riportato un aumento percentuale rispetto a giugno 2016 pari al 134,58% e al 160,88%, rispettivamente. Tuttavia, il quantitativo è stato esiguo e pari a 2.503 tonnellate per l’alluminio, mentre le esportazioni di nickel si sono attestate a 2.754 tonnellate.

Spostando l’attenzione sui prezzi, il rame segna al momento un rialzo sulla piazza londinese, entrando nell’area di resistenza individuata nel range 6.100/6.200 dollari per tonnelalta. “Le probabilità per il breve termine – affermano gli analisti di Wings Partners Sim – sono a favore di un test di quota 6.200. Tuttavia, risulterà fondamentale constatare come si comporteranno i prezzi sugli attuali livelli. Infatti, nonostante le attese di breve siano a favore di una continuazione dell’attuale movimento ascendente, quelle di medio lungo vedono uno bias a favore di uno storno correttivo che ha il potenziale di riportare i prezzi sul supporto di area 5.400″.

L’alluminio rimane in linea con il resto del comparto proponendo dei rialzi ma rimanendo sempre in una fase laterale tra la resistenza in area 1.940 dollari per tonnellata e il supporto quota 1.880. Infine, si registra un interessante forza rialzista da parte del nickel che ha violato al rialzo la resistenza in area 9.775 e, a detta di Wings Partners, ha spazio per andare a testare area 10.400.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, alluminio sugli scudi in scia al colpo di Stato in Guinea

Mercati: alluminio al top degli ultimi 10 anni, le ragioni e gli Etc

Mercati, sui metalli industriali il driver è la svolta green

NEWSLETTER
Iscriviti
X