Crisi, un vertice contro i cavalieri solitari

A
A
A
di Redazione 12 Febbraio 2009 | 08:24
La crisi non ha bisogno di cavalieri solitari. Annunciando un vertice straordinario Ue sulla crisi economica José Manuel Barroso, presidente della Commissione europea, ha criticato duramente i governi che hanno deciso di seguire la via del nazionalismo e del protezionismo. Sulla stessa linea sembra muoversi il programma del prossimo G7 organizzato a Roma da Tremonti

Nessuno faccia il cavaliere solitario. Con queste parole il presidente della Commissione Europea José Manuel Barroso ha invitato i leader europei a non intraprendere azioni prive “di spirito e di impegno europeo”. “Lottate contro il nazionalismo economico, contro il protezionismo, contro il populismo e l’estremismo”, ha chiarito ulteriormente Barroso nel corso di una conferenza stampa tenuta a Bruxelles e durante la quale è stato annunciato un vertice straordinario Ue sulla crisi economica.

Il vertice, come annunciato dal premier ceco Mirek Topolanek, presidente di turno Ue, si terrà il prossimo primo marzo e ha lo scopo di “invitare i leader a trovare una posizione equilibrata tra chi crede sia possibile violare le regole Ue e chi pensa che questo non sia possibile”.

A questo summit farà seguito a maggio una riunione straordinaria del Consiglio europeo dedicata all’occupazione, riunione resa necessaria in seguito ai segnali preoccupanti giunti in questi mesi dal fronte occupazione.

E affronterà temi sociali anche il vertice dei ministri finanziari e dei governatori delle banche centrali del G7 che si terrà a Roma venerdì e sabato prossimo. “La crisi è globale e colpisce paesi a differenti stadi di sviluppo. In tempi difficili i poveri sono ancora più colpiti e hanno bisogno di maggiore aiuto. E’ necessario ed urgente garantire in modo duraturo la sicurezza alimentare mediante un approccio di lungo periodo. Per questo motivo la riunione prevede una sessione speciale su temi di carattere globale, con particolare riguardo alla crisi alimentare in corso”, si legge nella presentazione del summit.

Ma, naturalmente, al centro delle discussioni vi saranno principalmente “le azioni necessarie alla stabilizzazione dell’economia globale – ha chiarito il Ministero dell’Economia guidato da Giulio Tremonti. L’elaborazione di regole comuni e il contrasto di istanze protezionistiche, che tendono a essere più forti in condizioni economiche difficili, rappresenteranno le linee guida del programma di lavoro della Presidenza Italiana. Si discuterà di come migliorare la trasparenza e il corretto funzionamento dei mercati”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: i nodi verranno al pettine nel secondo trimestre

Investimenti: come affontare al meglio l’era dell’instabilità

Reti: ecco chi è stato più resiliente alla crisi ucraina

NEWSLETTER
Iscriviti
X