ETFplus: 62,07 miliardi di euro di masse gestite sul mercato a fine giugno

A
A
A
di Finanza Operativa 2 Agosto 2017 | 17:30

Il secondo trimestre del  2017 si è confermato positivo per il mercato di Borsa Italiana dedicato a ETF, ETC, ETN e fondi aperti. A fine giugno l’AUM ha raggiunto 62,07 miliardi di Euro con un aumento del 27,10% rispetto a giugno 2016.

In questo trimestre record di nuovi emittenti;  4 nuove case di ETF hanno debuttato sul mercato: First Trust, VanEck Vectors UCITS ETFs plc, BNP Paribas Easy e HSBC EFTs plc, che hanno portato ad un totale di 17 emittenti per un totale di 1095 ETP quotati.

Tra i nuovi ETP quotati, sono stati resi disponibili agli investitori nuovi sottostanti, in particolare: 6 ETF MSCI ex Controversial Weapons, 1 ETF azionario che replica un indice composto da wide moat company, 1 nuovo ETF e 2 nuovi fondi aperti PIR compliant.

ETFplus ha chiuso il secondo trimestre del 2017 registrando 1.155.451 contratti conclusi, per un controvalore di 26,14 miliardi di Euro. Borsa Italiana si è confermata come Borsa europea leader per contratti conclusi su piattaforma elettronica con una market share del 30,7%: guida questa graduatoria dal 2005.

Silvia Bosoni, Responsabile ETFplus di Borsa Italiana ha commentato:
“Il mercato ETFplus si conferma mercato di riferimento in Europa e le case prodotto estere lo testimoniano sbarcando in Italia con la propria offerta e affiancandosi agli emittenti già presenti nella costante attività di arricchimento dell’offerta disponibile agli investitori, con l’introduzione di asset class sempre più innovative. Il nostro obiettivo è continuare a offrire agli investitori trasparenza e efficienza bilanciando innovazione di prodotto e attenzione ai costi.”

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Etf, da Lgim un innovativo strumento sulle commodity a Piazza Affari

Borsa Italiana: al via l’Italian Equity Week

DWS Group, tonfo a Francoforte. Indagini USA su investimenti ESG

NEWSLETTER
Iscriviti
X