Il punto sul Biotech

A
A
A
di Finanza Operativa 9 Agosto 2017 | 14:30

A cura di Bb Biotech
Il Nasdaq Biotech Index (NBI) ha chiuso il mese di luglio con un progresso del +2.9% in USD. Il NAV di BB Biotech è cresciuto del +3.5% in USD e +4.3% in CHF e sceso del –0.2% in EUR; il prezzo dell’azione di BB Biotech è invece salito del +1.5% in USD e +2.3% in CHF, ma diminuito del –1.5% in EUR. La stagione di pubblicazione degli utili per il Q2 2017 si è ufficialmente aperta e finora la maggior parte delle società presenti nel portafoglio di BB Biotech, incluse Celgene, Gilead  Alexion, ha annunciato risultati solidi.
In occasione della conference call di Celgene, la maggior parte delle domande si è concentrata sugli aggiornamenti della pipeline. Per quanto concerne Gilead, solidi risultati commerciali e una migliore visibilità della pipeline giustificano il recente andamento rialzista del titolo. Dopo gli annunci di avvicendamenti in seno al management di Alexion, l’azienda ha pubblicato dati solidi in termini di vendite, utili e previsioni, nonché l’intenzione di ottimizzare le proprie attività di ricerca e sviluppo (R&D).
Vertex (+19.6%, in USD) ha annunciato dati positivi di Fase I e II per vari regimi terapeutici a tripla combinazione in pazienti affetti da fibrosi cistica (FC) che presentano una mutazione F508del e una minima mutazione funzionale. Valutiamo questo dato in modo molto positivo, in quanto si tratta dei primi dati in grado di dimostrare un potenziale terapeutico per la causa sottostante della FC nelle persone con mutazioni F508del/min.
Alexion (+13.4%, in USD), dopo gli annunci di avvicendamenti in seno al management, ha pubblicato dati solidi in termini di vendite, utili e previsioni, nonché l’intenzione di riorganizzare le proprie attività R&D, con l’abbandono di prodotti in fase iniziale di sviluppo e la risoluzione di numerosi rapporti di collaborazione. Questa serie di mosse dovrebbe consentire all’azienda di raggiungere l’obiettivo di un margine operativo del 50% nel 2019.
Novavax (–16.6%, in USD) ha pubblicato dati di topline positivi in uno studio di Fase II su una platea di anziani. Questi risultati supportano l’attività immunogenica del vaccino contro il virus respiratorio sinciziale (RSV), ma un ulteriore approfondimento circa la selezione dell’endpoint e gli effetti potenziali della stagionalità del RSV contribuirà a indicare le modalità con cui l’immunogenicità si traduce in un vantaggio clinico. Un ritardo di alcuni mesi nella pubblicazione dei dati di Fase III sull’immunizzazione materna ha comportato una flessione della quotazione azionaria.
OUTLOOK. La strategia d’investimento attualmente adottata da BB Biotech è volta a mitigare i potenziali cambiamenti nella politica sanitaria statunitense. La nostra enfasi sui principi terapeutici innovativi e mirati a esigenze mediche finora non soddisfatte continua a costituire la base per il potere di pricing in un contesto divenuto più complesso per i rimborsi sanitari. Nel corso del 2017, dalla maggior parte delle nostre 33 società in portafoglio sono attesi annunci circa studi clinici in atto, con conseguenti ripercussioni sui rispettivi corsi azionari e quindi sulla performance del titolo di BB Biotech.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X