UniCredit, arriva Aabar e Profumo resta

A
A
A
Avatar di Redazione 13 Febbraio 2009 | 14:15
UniCredit, conferma per Profumo e Rampl, mentre l’aumento di capitale di Cariverona potrebbe essere coperto in parte da Aabar.

Il fine settimana sembra aver riportato gli acquisti sulle principali piazze finanziarie. A Piazza Affari l’S&P Mib a metà seduta guadagna oltre il punto percentuale, spinto al rialzo dagli energetici e dal settore banche, che vede UniCredit e [s]Intesa Sanpaolo[/s] guadagnare rispettivamente il 2% ed il 4%.

Intanto ieri, nel tardo pomeriggio, a Piazzale Cordusio si è tenuto il consiglio di amministrazione di UniCredit Group. Secondo la stampa, sono diverse le decisioni prese, e che saranno portate alla prossima assemblea degli azionisti. In primis la conferma di [p]Alessandro Profumo[/p] e di [p]Dieter Rampl[/p], che dovrebbero continuare a ricoprire per un altro mandato le cariche di amministratore delegato e presidente. Ancora sconosciuti invece i nomi dei possibili vicepresidenti del gruppo, ad eccezione di [p]Palenzona Fabrizio[/p], [s]CRT[/s], che sembrerebbe confermato all’attuale carica.

Per quanto riguarda le operazioni sul capitale di UniCredit, dal CdA di ieri è uscita la proposta di un nuovo piano di partecipazione azionaria, destinato ai dipendenti di UniCredit Group. L’operazione consisterebbe nell’offrire ai propri dipendenti la possibilità di acquistare azioni ordinarie UniCredit a condizioni vantaggiose. Le motivazioni di una tale scelta sarebbero quelle di rafforzare il senso di appartenenza alla company e di motivarli al raggiungimento degli obiettivi aziendali. Adesso il piano verrà proposto agli azionisti, che dovranno dare il benestare.

La situazione si fa incandescente invece per le fondazioni e per i maggiori azionisti del gruppo. L’operazione sul capitale, non sottoscritta da Cariverona alcuni minuti prima della scadenza, verrà invece coperta dalle fondazioni CRT, [s]Carimonte[/s] e dal nuovo azionista del gruppo, la [s]Central Bank Of Lybia[/s]. Ma la novità dovrebbe arrivare proprio dalla quota mancante di [s]Cariverona[/s], che per circa 60 milioni di euro potrebbe essere pagata dalla Aabar Investment Company, che di fatto entrerebbe così nell’azionariato di Piazzale Cordusio. Per il fondo arabo non è il primo contatto con UniCredit, già lo scorso autunno aveva rilevato la partecipazione della banca milanese in Atlantia.

A Piazzale Cordusio si sta infittendo il numero di azionisti rilevanti, solo che le poltrone adesso sono poche, già il presidente della fondazione CRT, [p]Andrea Coba[/p], sembrerebbe avere chiesto un ruolo più forte, stesse intenzioni sembrano averla anche i nuovi azionisti libici, che comunque dovrebbero ricoprire dal prossimo mandato una poltrona di vicepresidenza.

Intanto gli analisti di [s]Citigroup[/s] tagliano le stime sull’utile per azione di UniCredit. Sul giudizio peserebbe l’esposizione creditizia del gruppo di Piazzale Cordusio nei confronti dell’Europa dell’est. Rischio questo, connesso alla situazione macroeconomica di questi paesi, e al forte deprezzamento delle monete locali nei confronti dell’Euro.

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche borse (xetra) 64.88 EUR -1.65%
American Express Nyse 16.19 USD -1.03%
Anima Borsa Italiana 1.44 EUR +0.07%
Axa Euronext 11.74 USD -3.57%
Azimut Borsa Italiana 4.03 EUR -3.88%
Banca Generali Borsa Italiana 2.78 EUR -1.59%
Bank of NY Mellon Nyse 26.93 USD -2.60%
Barclays Lse 6.25 USD -0.47%
BlackRock Nyse 113.9 USD -0.07%
BNP BNP 26.28 EUR -5.46%
Citigroup Inc Nyse 3.61 USD -2.16%
Credit Agricole Euronext 8.33 EUR -4.78%
Credit Suisse Group Swiss Market Exchange 31.32 CHF +0.38%
Deutsche Bank Deutsche borse (xetra) 22.26 EUR +1.64%
Dexia Euronext 2.26 EUR -0.44%
Fortis Euronext 1.11 EUR -15.9%
FT Inv. Nyse 54.44 USD +1.37%
Goldman Sachs Nyse 95.58 USD +0.91%
Henderson Lse 80.5 GBp +6.27%
HSBC Investments Lse 533.5 GBp +1.23%
ING Euronext 5.86 EUR -4.46%
IntesaSanpaolo Borsa Italiana 2.29 EUR -3.67%
Invesco Nyse 13.4 USD -0.44%
Janus Capital Group Nyse 5.82 USD +1.39%
Jp Morgan Nyse 26.19 USD +0.38%
Julius Baer Swiss Market Exchange 32 CHF +1.78%
Legg Mason Nyse 15.49 USD +3.33%
Man Group Lse 207.7 GBp +2.97%
Mediobanca Borsa Italiana 7.08 EUR +0.43%
Mediolanum Borsa Italiana 2.95 EUR -1.91%
Morgan Stanley Nyse 22.99 USD +0.34%
Montepaschi Siena Borsa Italiana 1.02 EUR -0.87%
Natixis Euronext 1.13 EUR +3.45%
Nordea bank Omxnordicexchange 49.5 SEK +2.91%
Raiffeisen Wiener Borse 15.91 EUR +2.05%
Schroders Lse 772 GBp +0.71%
Skandia (Old Mutual) Lse 54 GBp -2.70%
State Street Nyse 27.6 USD -3.09%
Ubs Swiss Market Exchange 13.44 CHF -3.79%
UniCredit Borsa Italiana 1.36 EUR -3.61%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X