Europa già in calo

A
A
A
di Redazione 16 Febbraio 2009 | 08:10
Wall Street si è preparata alla chiusura di oggi con un nuovo calo nel finale. L’Europa ha aperto con un calo di 1 punto percentuale. Disastrosi i dati macro giapponesi, tuttavia il Nikkei ha registrato un modesto ribasso.

Wall Street chiude in territorio negativo con l’indice S&P 500 a -1% ed il Nasdaq Composite a -0,48% con gli operatori che si sono voluti alleggerire in vista del lungo weekend in corso. Oggi infatti i mercati statunitensi rimarranno chiusi ed è prevista meno liquidità anche sugli altri listini.

La notizia del giorno è però il dato sul pil giapponese che mostra uno sconfortante -3,3% su base trimestrale ed un catastrofico -12,7% annualizzato.

A causare il tracollo è il calo delle esportazioni del 13,9%, persino il ministro delle finanze nipponico si è sbilanciato nel definire l’attuale crisi la peggiore dal dopoguerra. Anche le attese per il trimestre in corso non sono infatti per un miglioramento della congiuntura.

Nonostante tutto l’indice Nikkei 225 lascia sul terreno un modesto 0,38% e lo yen riesce persino contro euro a 116,75.

In Europa l’avvio dei listini è negativo con cali intorno al punto percentuale.

Mercato obbligazionario stabile ed euro debole anche contro dollaro a 1,2750.

Oggi sul fronte macro non sono attesi ulteriori dati di rilievo e questo, legato alla chiusura di Wall Street, potrebbe portare ad una seduta priva di spunti operativi particolari.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Agenda del 14 ottobre

Agenda del 6 ottobre

Agenda del 16 Ottobre

NEWSLETTER
Iscriviti
X