Zinco in deficit di offerta. Gli Etc per sfruttare i rialzi a Piazza Affari

A
A
A
di Finanza Operativa 18 Agosto 2017 | 12:00

Secondo la società di ricerca cinese Antaike sono iniziate delle ispezioni ambientali nella provincia di Sichuan, in Cina, che hanno causato il fermo delle attività per un mese di circa il 60% delle miniere locali di zinco e piombo. Il risultato potrebbe essere una scarsità di queste commodity per il prossimo mese di settembre. Soprattutto tenendo conto che, dal punto di vista della domanda, secondo Anz, i due metalli stanno registrando di un incremento determinato dagli investimenti infrastrutturali decisi da Pechino.

Uno scenario che, complici anche i traders cinesi che si stanno spostando dall’acciaio allo zinco a causa di un aumento delle fees sul primo metallo, ha spinto il future sullo zinco quotato al London Metal Exchange oltre l’importante area di resistenza compresa tra i 2.985 e i 3.000 dollari per tonnellata. Il prossimo obiettivo al rialzo diventa ora la resistenza coincidente con i massimi dell’ottobre 2007 a 3.205 dollari. Stop loss da posizionare a 3.000 dollari.

Per sfruttare un possibile ulteriore rialzo dello zinco, a Piazza Affari sono disponibili tre Etc: l’Etfs Zinc, l’Etfs Eur Daily Hedged Zinc è l’Etfs 2x Daily Long Zinc.

Clicca sul grafico per ingrandirlo

Zinco

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, sui metalli industriali il driver è la svolta green

Fondi, per BlackRock arriva l’ok da Pechino a operare in Cina

Mercati emergenti, le quattro discussioni sulla Cina che preoccupano gli investitori

NEWSLETTER
Iscriviti
X