Lo Smi scivola sotto 9.000 e centra il terzo target ribassista

A
A
A
di Finanza Operativa 18 Agosto 2017 | 09:30

Candela nera per il future sullo Smi di settembre che torna nuovamente sotto quota 9.000 punti. E lascia un nuovo gap, tra 9.020 e 8.997 punti. Resta poi l’isola: dopo il “buco” tra 8.929 e 8.915 di venerdì 11, ecco quello di lunedì 14 tra 8.915 e 8.920, che si aggiungono agli altri gap up tra 8.506 e 8.583 punti e tra 8.647 e 8.654 punti. Nel dettaglio, ieri, dopo un avvio a 8.981 e un top a 8.997, il derivato è tornato fino a 8.933 punti chiudendo a 8.935 punti. La violazione di 8.985 ha permesso così di centrare il terzo target a 8.935 punti. Intanto lo Stocastico si allontana dalla zona di ipervenduto, mentre la media mobile a 21 passa ora a 9.014 punti e lavora ora da supporto.
Il future dovrebbe quindi provare a riportarsi sopra 9.000. Dal punto di vista operativo il recupero della soglia (target intermedi a 8.950, 8.970 e 8.985) sarebbe un segnale di pronto recupero e il derivato avrebbe spazio di recupero in direzione di 9.015, 9.030, 9.045, 9.065, 9.085, 9.100, 9.120, 9.135 e 9.150 punti; poi a 9.165, 9.180 e 9.200 punti. Per contro, con la violazione di 8.920 lo Smi avrebbe primi supporti a 8.900, quindi a 8.880,8.860, 8.845, 8.830, 8.815 e 8.800 punti.   M.M.
Swi20Sep17Daily

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Borsa svizzera ancora in rally. Tutti gli Etf a Piazza Affari

Mercati, anche la Borsa svizzera aggiorna i massimi. Gli Etf a Piazza Affari

Svizzera: disoccupazione in calo e Borsa in rialzo. Gli Etf sullo Smi

NEWSLETTER
Iscriviti
X