Real estate – Morgan Stanley RE Investing sospende il capo degli investimenti

A
A
A
di Marcella Persola 16 Febbraio 2009 | 09:53
La divisione real estate di Morgan Stanley non rilascia dichiarazioni in merito alla cessione del rapporto con Sonny Kalsi, per anni alla guida della sezione immobiliare del colosso finanziario.

Chissà che cosa si nasconde dietro la notizia delle dimissioni di Sonny Kalsi dalla guida di Morgan Stanley Real Estate Investing. Per alcuni potrebbe sembrare la solita dietrologia, però il fatto che la società si sia chiusa dietro un semplice “no comment” fa pensare.

Al posto di Kalsi è stato nominato Owen Thomas, finora a capo di Morgan Stanley Asia e Jay Mantz, finora co-responsabile del merchant banking. Entrambi i manager avevano lavorato a stretto contatto con Kalsi, soprattutto per lo sviluppo degli investimenti immobiliari in Asia. E sembra, almeno secondo quanto riportato dal Financial Times, che la questione delle dimissioni di Kalsi debba risalire proprio alla Cina. Infatti un impiegato sarebbe stato licenziato a causa di alcune irregolarità commesse. E quindi Morgan Stanley ha deciso di sospendere il capo dell’area per indagare ulteriormente sulla responsabilità o meno di Kalsi nella vicenda. 

Kalsi lascia il gruppo con effetto immediato dopo 18 anni di collaborazione e dopo aver sviluppato gli investimenti immobiliari in Asia sino a farli crescere ad oltre la metà del valore degli 8 miliardi di dollari complessivamente impegnati dai fondi di Morgan Stanley.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Criptovalute, Morgan Stanley acquista altre azioni Grayscale Bitcoin Trust

Criptovalute, Morgan Stanley forma un team di ricerca

Top 10 Bluerating: Morgan Stanley IM domina l’immobiliare

NEWSLETTER
Iscriviti
X