Pmi, il London Stock Exchange Group individua le mille più dinamiche in Europa

A
A
A
di Finanza Operativa 5 Settembre 2017 | 14:15

Nell’ambito dell’Italian Equity Week in Borsa Italiana, il London Stock Exchange Group ha diffuso uno studio in cui sono ha individua le mille PMI più dinamiche in Europa. Il rapporto dimostra il ruolo fondamentale delle piccole e medie imprese non quotate, con tassi di crescita elevati, per la crescita economica europea, l’innovazione e la creazione di posti di lavoro. Questo cio che emerge in particolare:

  • Le PMI più dinamiche hanno un tasso di crescita annuo aggregato superiore al 100%, in crescita rispetto al 71% dell’anno scorso e un tasso di creazione di posti di lavoro del 43%.
  • 110 società italiane incluse nel rapporto.
  • Il Vice-presidente della Commissione Europea Valdis Dombrovskis sottolinea l’importanza di un Mercato Unico dei Capitali a supporto di aziende europee in forte crescita.
  • Il Rapporto fa parte del più ampio supporto di London Stock Exchange Group alle società “high growth”, che comprende il programma di sostegno alle imprese e per la raccolta di capitale, ELITE e i mercati dedicati ad aziende in crescita, AIM e AIM Italia.

I numeri del Rapporto:

  • mille società con un tasso di crescita annuo aggregato superiore al 100 per cento negli ultimi tre anni, valore superiore rispetto a quello dell’anno scorso pari al 71 per cento.
  • Le prime 100 società incluse nel Rapporto  sono cresciute più del 730 per cento negli ultimi tre anni.
  • Si sottolinea l’importanza delle credenziali dell’industria manifatturiera europea: 20 per cento delle società appartiene al settore manifatturiero e ingegneristico, il settore più ampio rappresentato nel rapporto.
  • Settori rilevanti per  crescita  annua dei ricavi: manifatturiero e ingegneristico (171 per cento), enogastronomico (112 per cento) e tecnologia (65 per cento). Evidenzia la varietà di settori di appartenenza delle PMI in crescita.
  • Le società continuano a creare nuovi posti di lavoro: più del 43 per cento negli ultimi due anni, dimostrando la capacità di risposta delle PMI alla disoccupazione europea.
  • È evidente un eccezionale livello di innovazione: le 1000 società possiedono quasi 8000 brevetti e marchi registrati, il doppio rispetto al 2016.
  • Per l’Italia sono state selezionate 110 aziende. Le aziende selezionate hanno ricavi medi per 66 milioni di euro e una crescita del 219% negli ultimi 3 anni. Il tasso di creazione di posti di lavoro è del 54% negli ultimi due anni.

Oggi, alcuni degli amministratori delegati delle società incluse nel Rapporto sono stati accolti presso il Parlamento Europeo dal Vice-presidente della Commissione Europea Valdis Dombrovskis, da Xavier Rolet, AD di London Stock Exchange Group, e dai membri del Parlamento Europeo Roberto Gualtieri, Markus Ferber, Kay Swinburne e Ramon Tremosa per celebrare la seconda edizione del Rapporto  “1000 Companies to Inspire Europe”, iniziativa annuale di London Stock Exchange Group, che celebra le PMI europee più dinamiche e in forte crescita.

Valdis Dombrovskis, Vice-presidente incaricato per l’euro e il dialogo sociale, Commissario europeo per la stabilità finanziaria, i servizi finanziari e il mercato unico dei capitali: “L’Europa ha bisogno di più aziende in rapida crescita e innovative, poiché sono la spina dorsale del nostro futuro sviluppo economico e della creazione di posti di lavoro. Migliorare la capacità delle PMI dinamiche di accedere a finanziamenti è una delle mie priorità. Dobbiamo essere sicuri che le regole siano proporzionate e adatte allo scopo, dovremmo eliminare le barriere al finanziamento transfrontaliero e garantire che le PMI possano accedere ai mercati dei capitali di tutta Europa”.

Xavier Rolet, Amministratore Delegato, London Stock Exchange Group: “Se l’Europa vuole un futuro economico sostenibile, deve supportare i suoi motori della crescita economica che sono anche l’unica vera fonte di creazione di posti di lavoro: i 23 milioni di PMI europee. È fondamentale che continuiamo a facilitare e a ridurre i costi di finanziamento per le società in forte crescita, permettendo loro di accedere a capitali stabili e di lungo temine per finanziare il loro enorme potenziale. È un obiettivo che condividiamo con la Commissione Europea e plaudiamo ai suoi sforzi mirati a sviluppare un mercato dei capitali più profondo e maggiormente integrato in tutto il continente attraverso il progetto Capital Markets Union”.

“Da molto tempo LSEG si è impegnato nel sostenere le imprese in forte crescita. I nostri rapporti 1000 Companies to Inspire Europe, AIM, il mercato internazionale per aziende in crescita, e il programma di supporto e raccolta di capitali ELITE, mettono in luce le aziende con maggiore crescita del continente e la loro fondamentale importanza per l’innovazione, la creazione di posti di lavoro e la futura  di ripresa  economica dell’Europa.”

Roberto Gualtieri europarlamentare per l’Italia e Presidente della Commissione per i problemi economici e monetari: “In Commissione stiamo lavorando sodo per rendere più semplice alle  PMI europee, la spina dorsale della crescita economica,  accedere a finanziamenti e creare posti di lavoro in Europa. Ora è il momento di apportare le necessarie modifiche per assicurare che i mercati dei capitali siano pronti a sostenere le aziende a crescere e diventare i protagonisti globali di cui l’Europa ha bisogno.”

Simon Lewis, Amministratore Delegato AMFE (Association for Financial Markets in Europe): “Siamo lieti di sostenere 1000 Companies to Inspire Europe anche quest’anno, il progetto che mette in evidenza le storie di successo delle PMI in Europa. Le PMI sono al centro dell’economia europea e supportarle nella crescita e nell’innovazione è vitale per il futuro economico a lungo termine dell’Europa. Tuttavia, in Europa continua ad esserci una carenza di capitale di rischio per le imprese ad alta crescita”.

Il Rapporto di LSEG 1000 Companies to Inspire Europe ha ottenuto il sostegno politico internazionale con contributi da parte del Vice-presidente Valdis Dombrovskis, Tomas Tõniste, e da parte dei membri del Parlamento Europeo Roberto Gualtieri, Markus Ferber, Kay Swinburne, Ramon Tremosa, Sirpa Pietikainen, Othmar Karas, Cora van Nieuwenhuizen e Jonas Fernandez.

Il Rapporto è stato realizzato con il supporto dell’AFME, Association for Financial Markets in Europe, il provider di dati finanziari Bureau van Dijk e IBM e ha visto il contributo di istituzioni europee quali la Federazione bancaria europea, Invest Europe e il Centro per gli Studi Politici Europei.

1000 Companies to Inspire Europe fa parte della più ampia campagna del LSEG per le PMI in forte crescita  che include i mercati  AIM e AIM Italia e l’innovativo programma a supporto della crescita e della raccolta di capitale ELITE che oggi conta più di 600 società. Le società ELITE provengono da 25 paesi, rappresentano 34 settori, generano un fatturato aggregato di quasi €50 miliardi e più di 215.000 posti di lavoro in Europa e oltre.

Il database di tutte le aziende e il PDF della pubblicazione sono visibili al seguente indirizzo: www.1000companies.com.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Il settore residenziale riparte, ma con dinamiche diverse rispetto al passato

Mazziero (Mazziero Research) parla di oro e petrolio ai microfoni di FinanzaOperativa

NEWSLETTER
Iscriviti
X