L'Oracolo – Le assicurazioni non danno garanzie

A
A
A
di Matteo Chiamenti 19 Febbraio 2009 | 17:00
Strane visioni dal mondo della finanza. Molte persone possiedono seri dubbi sulle modalità di risarcimento da parte delle società assicurative. E così fanno da sè.

Questione di garanzie. Metti caso che qualcuno mi tampona. Mi tocca fare la constatazione amichevole, andare dal carrozziere, pagare e aspettare il rimborso della compagnia dell’assicurato. Sempre che questo abbia ammesso civilmente la colpa (nel caso esista una controparte identificabile, dato che spesso ci si ritrova con una macchina in frantumi ,quando solo qualche ora prima la si aveva parcheggiata con cura certosina, accarezzando la frizione come solo il miglior Fangio seppe fare). Conscia di queste problematiche, una simpatica guidatrice di Roncade (provincia di Treviso), ha deciso di optare per il rimborso diretto.

Lunedì scorso, è stata una giornata proprio sfortunata per questa simpatica donna. Se ne andava bel bella, memore di manzoniano insegnamento, per la sua strada, quando a un certo punto si è vista balenare sulla propria via uno giovinotto di 9 anni, che scendeva dal pulmino di una società sportiva. Quale sventura! Una volta investito il fanciullo, la simpatica donna ha continuato a procedere per la sua strada. Ma dentro di lei ribolliva il nervoso per lo spiacevole accaduto; non era affatto accettabile che quello screanzato la passasse liscia dopo aver rovinato la sua auto.

E così circa un’ora dopo è tornata indietro, sul luogo dell’accaduto, per avere informazioni su dove abitasse il bambino. Una volta trovata la casa, si è presentata, insieme al marito, davanti ai genitori del bambino (che nel frattempo era stato ricoverato in ospedale per trauma cranico e varie contusioni, ma non in gravi condizioni), chiedendo di liquidare velocemente i danni causati al suo veicolo, tramite il versamento di 600 Euro in contanti. E come risposta cosa ha ottenuto? Una denuncia per omissione di soccorso. Proprio una giornataccia. Chissà se la simpatica signora ha avuto modo di riflettere su quanto costi acquistare una coscienza ex novo; dato che, per ora, il mondo assicurativo non prevede risarcimenti per chi l’ha persa.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

L’Oracolo – Pensionati e mazzati

L’Oracolo – Parole a vanvera

L’Oracolo – Con la Play ti giochi la carta di credito

NEWSLETTER
Iscriviti
X