Lo scenario macroeconomico mondiale resta incoraggiante

A
A
A
di Finanza Operativa 11 Settembre 2017 | 15:00

A cura di Marco Vailati, Responsabile Ricerca e Investimenti di Cassa Lombarda

Eurozona: fiducia alle stelle e consolidamento attività a livelli elevati ma prezzi deboli; BCE paziente e persistente La fiducia degli investitori è tornata prossima ai livelli record dal 5/07 e il Pil è stato ricalcolato leggermente al rialzo, ma i PPI hanno fornito ulteriori segnali di decelerazione. Le vendite al dettaglio hanno segnato il primo consolidamento dell’anno, assolutamente fisiologico e non preoccupante. Anche i sondaggi tra i Direttori d’acquisto evidenziano qualche segnale di consolidamento ma su livelli elevati. La Bce ha mantenuto invariata la sua politica monetaria e ha ribadito i messaggi del precedente meeting positivi su tutto tranne l’insoddisfacente livello dell’inflazione, che giustifica il permanere della politica monetaria molto accomodante. La Bce ha inoltre dichiarato che, se le cose andranno bene, le decisioni sul tapering del 2018 potrebbero essere prese a ottobre e ha, in parte, giustificato l’apprezzamento del cambio per la crescita dell’Eurozona.

USA: gli indici dei Servizi, pari all’88% del Pil, mostrano che la crescita non è spumeggiante ma continua Gli ordini globali a luglio sono calati ma la parte core ha registrato una forte accelerazione. Il deficit della bilancia commerciale è rimasto quasi invariato. I Pmi Finali sono calati rispetto alle anticipazioni ma con valori abbondantemente superiori a quelli di luglio indicando un’accelerazione delle attività nonostante l’assenza di stimoli alla crescita e la riforma fiscale, nonché l’improvviso scioglimento nel mese di alcuni comitati di consiglieri del presidente Donald Trump, formati da grandi imprenditori e CEO di grosse società statunitensi. Probabilmente il dollaro debole ha più che compensato questi fattori. Il peggior incremento settimanale di richieste di disoccupazione dal 11/12 (+62k) è stato conseguenza dell’uragano Harvey (+52k) come anche il consolidamento del Benessere dei consumatori, dopo sette settimane di crescita consecutive, dipeso dall’aumento della benzina.

Cina: in vista del prossimo congresso del PCC la crescita e la trasformazione economica proseguono Dopo quello Manifatturiero, anche gli indici Pmi Caixin Servizi e Composto sono cresciuti tornando prossimi ai massimi dell’anno con una variazione opposta a quella del corrispondente indice ufficiale, che però è ancora a livelli più elevati, prima del congresso del partito del prossimo 18/10. Gli indice di Caixin sono riferiti a un campione più ridotto e fatto prevalentemente di imprese private e meno grandi di quelle oggetto del sondaggio pubblico. Tali imprese sono più esposte alle dinamiche del mercato e beneficiano meno delle politiche fiscali di sostegno del ciclo condotte attraverso spese infrastrutturali. I valori denotano il proseguimento della trasformazione del modello di sviluppo economico con un crescente ruolo dei consumi rispetto agli investimenti. Anche le riserve valutarie sono cresciute per il 7° mese consecutivo anche grazie al miglior apprezzamento mensile dello yuan da 10 anni.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti finanziari, gli Etf possono essere la svolta per il portafoglio dei clienti

Etf, State Street e Cassa Lombarda uniscono le forze per un nuovo absolute return

Cassa Lombarda, tris di private banker per la rete

NEWSLETTER
Iscriviti
X