Crescita della fiducia dei consumatori: un segnale positivo da sostenere

A
A
A
di Finanza Operativa 14 Settembre 2017 | 13:30

A cura di Univendita
I segnali che arrivano dal mondo economico indicano finalmente una crescita su più fronti: aumento della produzione, dell’occupazione, maggiore fiducia dichiarata da imprese e consumatori. E la conferma ci viene dai venditori a domicilio delle nostre imprese associate, che ogni giorno incontrano migliaia di famiglie italiane e che hanno notato nell’ultimo periodo una generalizzata ripresa degli ordini per le nostre aziende, appartenenti a diversi comparti – dai beni durevoli di alto valore per la casa ai viaggi, dai beni di consumo ai cosmetici e agli alimentari.
Ma non dobbiamo dimenticare che gli anni di crisi hanno lasciato conseguenze pesanti, prima fra tutte la presenza di 3 milioni di disoccupati, con un indice di disoccupazione giovanile al 35,5%, il doppio dell’area euro. I passi in avanti quindi continuano ad alternarsi con battute d’arresto, come quella che vede il commercio al dettaglio in frenata a luglio (-0,2% in valore e in volume rispetto al mese precedente).
I mesi che ci separano dalla Legge di Stabilità 2018, con la prima tappa dell’aggiornamento del DEF atteso per settembre, sono di enorme importanza: il governo sappia pensare e pianificare a medio e lungo termine, puntando su investimenti e abbassamento della pressione fiscale. Ora più che mai occorre far leva su questi strumenti per innescare una ripresa vera e duratura

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Chi sono gli italiani che fanno shopping a domicilio?

La Lombardia è la prima regione nella vendita a domicilio: 237 mln nel 2017

La vendita a domicilio? Un lavoro per millennial

NEWSLETTER
Iscriviti
X