SegWit porta i Bitcoin a +150%, cosa aspettarsi con l’update di novembre?

A
A
A
di Finanza Operativa 13 Settembre 2017 | 19:00

Nessun asset finanziario ha avuto una crescita in 7 anni come i Bitcoin e, anche se ancora non è chiaro se si tratti di una bolla o del miglior investimento nella storia, le borse mondiali stanno vivendo un vero e proprio trend bullish.
Che si tratti di cassettisti, hodler, dailytraders o veri e propri ortodossi appassionati di bitcoin, tutti sono in attesa di sapere se anche a novembre si verificherà l’incredibile aumento di valore avvenuto in agosto dopo il rilascio dell’upgrade provvisorio SegWit2x.
Dal 2009 la crescita è stata costante, nonostante l’alta volatilità: dalla famosa transazione “Bitcoin Pizza” (maggio 2010), alla “parità con il dollaro” (febbraio 2011), al Bail-in della banca di Cipro (marzo 2013), al leggendario rally del 2013 fino a consolidarsi miglior performer tra le divise sia nel 2015 che nel 2016 ed entrare in Borsa a Stoccolma (ETN su bitcoin, 18 maggio 2015).
Il 2017 è l’anno della svolta. A seguito della bocciatura a marzo degli ETF su bitcoin dalla SEC, la rete Bitcoin conferma la sua indipendenza invece di esserne indebolita, e la spinta asiatica ne fa raddoppiare in pochi mesi il valore portandolo a 2.800$.
In questo momento di importante transizione anche in Italia è possibile acquistare gli ETN su bitcoin (Bitcoin Tracker One) quotati su un mercato regolamentato con le piattaforme della banca Binck e anche nel Belpaese inizia la caccia alla criptovaluta.
Chi ha investito infatti a luglio, approfittando dell’incertezza sul possibile hard fork di agosto per l’attivazione della tecnologia SegWit2x (upgrade di SegWit voluto per risolvere i due principali freni all’espansione dei bitcoin: l’alta volatilità e la lentezza delle transazioni) ha visto in agosto superata la soglia dei 4.000$!
Tutto è iniziato a maggio, con l’Accordo di New York (NYA), definito “l’accordo di Silbert” o “SegWit2x” per migliorare la capacità di transazione della rete Bitcoin. Sulla base di questo accordo, un FORK dal team di sviluppo itcoin Core è in fase di sviluppo con il nome di BTC1.
Barry Silbert, Fondatore e CEO di  Digital Currency Group, promuovendo Segwit2x ha iniziato una vera e propria rivoluzione nel mondo Bitcoin. Recentemente ha twittato ipotizzando uno scenario Gremlin-style” a novembre, circa 90 giorni dopo l’attivazione della Segregated Witness nel blocco di Bitcoin “Se Bitcoin Cash fallisce, verrà dimostrata la reale forza/consenso della comunità, se vince, vedremo tanti baby Bitcoin.”
Il crollo della criptomoneta o la sua consacrazione a miglior investimento della storia?
Per maggiori approfondimenti, leggi l’articolo completo
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Rendiconti Mifid 2: la versione di Binck

BinckBank premiata per il miglior servizio digitale ai BFC FinTech Age Awards

Scopri la video agenda della seconda giornata di appuntamenti Binck Bank a ITForum

NEWSLETTER
Iscriviti
X