Puntare sulla difesa: i titoli di Credit Suisse

A
A
A
di Finanza Operativa 20 Settembre 2017 | 18:30

A cura di Reto Hess, Single Security Research Equity Credit Suisse
Il ceto medio attribuisce grande importanza a sicurezza e protezione. Alla luce di eventi quali attacchi terroristici, crisi dei profughi, catastrofi naturali e accresciute tensioni geopolitiche, riteniamo che i governi entranti con un mandato forte investiranno sempre più in sicurezza e difesa per restituire la fiducia al ceto medio.
Aumenta la spesa per la difesa. Si prevede che i proventi delle società globali della difesa cresceranno del 3,2% nel 2017 – secondo un rapporto di Deloitte – guidati dalla difesa USA, settore ritornato in crescita. Sulla scorta delle aumentate tensioni geopolitiche, paesi come Cina, Russia o Corea del Sud hanno aumentato il budget della difesa e alcuni paesi membri della NATO sono sotto pressione affinché innalzino la spesa per la difesa verso l’obiettivo del 2% del PIL reale stabilito dalla NATO.
Più investimenti in sicurezza civile e protezione delle infrastrutture critiche. I recenti attacchi terroristici hanno rafforzato il parere che maggiori investimenti nella sicurezza civile siano necessari per proteggere aree pubbliche come le piazze delle città o gli stadi. Gli investimenti in controllo degli accessi, sistemi di comunicazione e sorveglianza, individuazione di esplosivi o servizi di sicurezza con addetti alla vigilanza armati sono destinati a una buona crescita. Con i progressi dell’IT (Big Data, intelligenza artificiale), i prodotti diventano più intelligenti e connessi. Inoltre, le infrastrutture critiche come centrali nucleari, infrastrutture delle telecomunicazioni o fornitura idrica dovrebbero essere meglio protette data la loro enorme importanza. Mentre gran parte degli investimenti è per la sicurezza fisica, la sicurezza delle reti diventa più importante.
Cybersecurity sempre più importante. Secondo Symantec, i cyber-attacchi con finalità sovversive sono diventati una nuova forma di attacco mirato di alto profilo nel 2016. Di conseguenza, hanno acquistato importanza sul piano politico, con il Presidente USA Donald Trump che ha definito la cybersecurity «una priorità massima e immediata». La spesa in prodotti per la sicurezza informatica ha toccato USD 122,5 mia. nel 2016, secondo Statista, e dovrebbe crescere del 10% annuo nei prossimi cinque anni. La spesa è guidata dallo spiegamento di miliardi di dispositivi di Internet of Things (IoT) non o poco protetti e da circa 70 milioni di malware in circolazione a livello globale. Con un’enfasi sul miglioramento delle infrastrutture vitali, ci aspettiamo pertanto di assistere a un incremento della spesa federale per la sicurezza, che dovrebbe favorire le imprese di cybersecurity.
Assa Abloy è leader nella fornitura di soluzioni per l’apertura di porte. Offre serrature meccaniche ed elettromeccaniche, porte blindate, soluzioni per la sicurezza degli alberghi e l’identità tra gli altri
prodotti e servizi. L’attuale processo di digitalizzazione sta spostando la domanda verso soluzioni più elettroniche e di sicurezza mobile. Un ulteriore forte driver di crescita nei prossimi 2–3 anni è una ripresa del mercato di sbocco nelle attività europee di costruzione mentre la crescita USA dovrebbe continuare e la Cina ha toccatoun punto di minimo, a nostro avviso.

I titoli dovrebbero beneficiare di una continua domanda robusta per il settore delle guardie giurate, guidato da un maggiore desiderio di outsourcing della sicurezza. Lo spostamento del settore verso soluzioni consentite dalla tecnologia dovrebbe sostenere la crescita dei maggiori operatori come Securitas, considerato che è dotata di sistemi/infrastrutture tali da poter trarre vantaggio da questa trasformazione. Inoltre, dovrebbe sfociare in un miglioramento sul piano della redditività e dell’efficienza. Ci aspettiamo che il settore delle soluzioni tecnologiche del gruppo cresca dal 16% delle entrate consolidate nel 2016 al 26% entro il 2021E.
Con l’acquisizione di Morpho Detection (da Safran), il ramo Detection di Smiths Group (18% del fatturato del gruppo 2016) è diventato uno dei leader del settore. L’azienda si aspetta che la  divisione investigazioni cresca dagli odierni GBP 3,3 mia. a GBP 4,7 mia. nel 2021, guidata dall’evoluzione delle minacce alla sicurezza, dal crescente trasporto di passeggeri e flussi commerciali oltre che dalle nuove tecnologie. L’acquisizione di Morpho può anche  segnalare una possibile accelerazione nella dismissione di attività non-core o in sottoperformance.
Infine ci aspettiamo che Symantec benefici dell’aumento della spesa per la cybersicurezza. Nel suo settore delle imprese, la piattaforma integrata per la cyber-difesa suona bene alle orecchie dei clienti dal momento che Symantec contribuisce alla posizione di sicurezza integrando e consolidando una parte dell’impronta digitale. La combinazione tra la principale suite endpoint e la principale web proxy consente guadagni in termini di quote nei rispettivi mercati guidati in particolare dal ciclo di rinnovo dei prodotti. Inoltre, in relazione al suo segmento consumer, assumiamo un approccio positivo sulla combinazione Norton + LifeLock. Il nostro giudizio positivo si basa su quella che crediamo sarà una significativa opportunità di cross selling e sul ciclo di aggiornamento di ProxySG.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Crack Green Sill, Credit Suisse contro Softbank

Credit Suisse, D’Agosta al vertice del private in Italia

Banche, quanti danni il crak Archegos

NEWSLETTER
Iscriviti
X