Alluminio, cala l’offerta cinese. Gli Etc long a Piazza Affari

A
A
A
di Finanza Operativa 26 Settembre 2017 | 14:30

Secondo gli ultimi dati rilasciati dall’International Aluminium Institute, la produzione cinese di alluminio è stata pari a 2,64 mln di tonnellate, in diminuzione rispetto ai 2,686 mln di tonnellate di luglio. Secondo alcuni analisti, inoltre, Pechino è pronta a ridurre ulteriormente la produzione del metallo per abbassare i livelli di inquinamento, che restano ancora pericolosamente elevati. Di fronte a questo scenario, alcuni compratori giapponesi hanno già stretto accordi per il pagamento di un premio pari di 95 dollari per tonnellata (rispetto alla quotazione ufficiale) per le consegne relative al quarto trimestre di quest’anno.

Tutti elementi che contribuiscono a far proseguire l’uptrend del future quotato al London Metal Exchange intrapreso all’inizio dello scorso agosto. In quest’ottica, i prossimi obiettivi sono individuabili prima a 2.170/2.175 (nuovi massimi quinquennali) e poi in zona 2.275/2.300. Stop loss da posizionare a 2.140.

Per sfruttare un potenziale allungo dell’alluminio, a Piazza Affari sono disponibili una serie di Etc: l’Etfs Aluminium, l’Etfs Eur Daily Hedged Aluminium e l’Etfs Daily Leveraged Aluminium.    G.R.
Clicca sul grafico per ingrandirlo
Alluminio
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, alluminio sugli scudi in scia al colpo di Stato in Guinea

Mercati: alluminio al top degli ultimi 10 anni, le ragioni e gli Etc

Mercati, sui metalli industriali il driver è la svolta green

NEWSLETTER
Iscriviti
X