Madoff, 10 milioni buttati al vento

A
A
A
di Marco Mairate 25 Febbraio 2009 | 09:43
Prosegue in tutto il mondo la conta dei truffati da Bernard Madoff. Tra le ultime vittime un fondo hedge svizzero e un investitore americano che avrebbe investito in Bernie pochi giorni prima del suo arresto perdendo dieci milioni di dollari.

Martin Rosenman avrà sicuramente ottime capacità imprenditoriali ma il timing per gli investimenti lascia molto a desiderare. Il signore, titolare di una compagnia di distribuzione di prodotti petroliferi Bronx, ha investito 10 milioni di dollari con Bernard Madoff il 5 dicembre scorso. L’11 dello stesso mese, Bernie veniva arrestato, facendosi conoscere al  mondo come il più grande truffatore della storia.

Rosenman allora ha subito fatto causa a Madoff e al trustee che sta seguendo l’intera vicenda, chiedendo di avere indietro i soldi in quanto mai toccati da Madoff. Negato. Il giudice Liftman della corte di Manhattan ha negato questa possibilità invitando lo sfortunato signore a mettersi in coda agli altri investitori: “Sembra che il motivo principale per questo deposito sia stato a scopo di comprare titoli finanziari” avrebbe detto il giudice a commento della richiesta di risarcimento “la parte triste della storia è il timing dell’operazione. Ma sfortunatamente ci sono tante persone tristi là fuori” conclude il giudice.

La vicenda Madoff sembra quindi andare per le lunghe e finora nessun investitore è riuscito ad ottenere qualcosa dalla truffa. Anzi molte società di investimento, che hanno lavorato con Madoff nelle vesti di clienti, continuano a subire il colpo della frode. Reichmuth & Co, per esempio, uno dei tanti fondi hedge svizzeri esposti verso Madoff,  ha deciso di chiudere uno dei suoi fondi, il Reichmuth Matterhorn Fund, dopo che le autorità di Borsa svizzere hanno negato la possibilità di qualsiasi ristrutturazione. Il fondo  avrebbe perso oltre 300 milioni di dollari nel Ponzi Scheme di Madoff.

Nemmeno il super appartamento di New York (nella foto l’ingresso dell’edificio), valutato 8 milioni di dollari, sembra riscontrare un grande successo sul mercato immobiliare. La casa di Madoff, che da tre mesi è anche la sua prigione dorata, ha un valore importante sul mercato ma è vittima dell’effetto Madoff. Secondo il NYP i possibili acquirenti sarebbero spaventati nell’acquistare un bene direttamente da Madoff. Primo perché sarebbe come dare soldi al diavolo in persona, secondo per la paura di vedersi coinvolti in qualche causa di risarcimento intenta dagli ex investitori dello stesso Madoff.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti