Hedge, a volte ritornano

A
A
A
di Marco Mairate 25 Febbraio 2009 | 15:36
UBS e i fondi hedge non sono mai andati troppo d’accordo e ora uno dei simboli di quella avventura si prepara a lanciare una nuova società finanziaria.

John Costas (nella foto) e Michael Hutchins, sono pronti a tornare sul campo per lanciare una nuova società. I due sono noti per aver gestito insieme la branch alternativa di UBS ovvero l’hedge fund Dillon Read Capital Management LLC.

L’indiscrezione arriva da Bloomberg che ricorda come Costas, 52 anni, nel 2001 salì la comando delle attività di investment banking del gruppo svizzero e da qui separò le attività alternative che nel 2005 diventarono Dillon Read. Nel 2007 però, quando la bolla subprime cominciava a farsi sentire, la unit venne chiusa nell’imbarazzo generale dopo aver riportato perdite per 3 miliardi di dollari su 19 totali riportati dalla banca.

Ora Costas, Hutchins e Matthew Johnson, altro trader di Dillon, pensano di lanciare la propria boutique finanziaria che avrà una propria struttura di broker/dealer e investirà soldi degli stessi soci. Sempre secondo l’articolo, la newco dovrebbe prendere il nome di VinsonForbes.
 

Sempre UBS sempre fondi hedge. Questa volta però è il gruppo elvetico ad attaccare. La banca infatti avrebbe citato in giudizio Highland Capital Management LP, società di investimento basata a Dallas,  accusata di aver creato una perdita di 745 milioni di dollari relativa ad un operazione su Cdo.
 

Highland Capital,  fondata da James Dondero e Mark Okada, avrebbe mancato di rispettare gli impegni presi nell’aprile del 2007 si legge in un documento deposito presso la corte di Manhattan. In quella data UBS Securities LLC, una delle UBS unit, si offrì di gestire l’operazione e svolse il ruolo di agente per il placement. Dopo che venne a cadere  il primo accordo, nei primi mesi del 2008, le parti ristrutturarono la pratica nel marzo del 2008. In quella occasione le parti concordarono che il fondo hedge e una special holding avrebbero sopportato le eventuali perdite fino al 100%. Cosa che ovviamente non avvenne.
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti