Obama fa paura!

A
A
A
di Redazione 26 Febbraio 2009 | 10:10
Dopo un buon pomeriggio Wall Street ha subito un rallentamento, a seguito delle intenzioni di Obama, concernenti l’incremento di controlli al sistema finanziario

Wall Street dopo un pomeriggio in ripresa per i listini, si sgonfia sul finale in seguito a “minacce” di marcati controlli sul sistema finanziario da parte del Presidente Obama e archivia la seduta con un -1,07% per l’indice S&P 500 ed un -1,14% per il Nasdaq Composite.

Si mantiene sostanzialmente invariata la piazza di Tokyo, alla spinta rialzista portata da uno yen in indebolimento contro euro e soprattutto contro dollaro hanno infatti fatto da contraltare le pesanti vendite su Advantest (-13%) e Daiichi Sankyo (-9%) che hanno finito per riportare il pessimismo anche sul resto del listino.

Le piazze europee hanno invece un avvio di seduta positivo con l’indice Eurostoxx 50 che avanza di circa un punto e mezzo percentuale tornando a testare area 2000.

Debole il mercato obbligazionario con il bund future che ritorna a testare i minimi di ieri mattina.

Dollaro in rafforzamento contro euro a 1,2710 e yen e sterlina deboli rispettivamente a 124,50 e 0,8975 contro la moneta unica.

Oggi attesa particolare per il dato relativo agli ordini di beni durevoli negli Stati Uniti alle 14:30.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti