Catalexit, i possibili impatti sui mercati e sull’euro

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 3 Ottobre 2017 | 10:30

A cura dell’Ufficio Studi di Marzotto Sim

La vicenda Catalexit ha raggiunto il suo culmine durante lo scorso weekend quando si è tenuto – o non si è tenuto, questa sarebbe la versione ufficiale del governo spagnolo – il referndum sull’indipendenza della Catalogna. In realtà pur opponendosi con la forza il governo spagnolo non è riuscito ad impedire lo svolgimento delle elezioni alle quali avrebbero preso parte circa 2,2 milioni di elettori il cui spoglio parziale vedrebbe i SI al 90%.

La partita è molto sentita in considerazione del fatto che la Catalogna, regione più ricca della Spagna contribuisce alle entrate fiscali per il 17% ed ha un’economia estremamente florida.

Quale potrebbe essere l’effetto sui mercati finanziari? In linea teorica una secessione indebolirebbe i governativi spagnoli il cui rendimento è già passato da circa 1.6% a 1.67% odierno, l’Ibex (indice azionario spagnolo) sarebbe percepito come maggiormente rischioso ed oggetto di vendite e l’euro perderebbe terreno se la situazione dovesse riportare alla mente degli investitori il timore dell’Euro brake up. Al momento tutte e tre le asset classes citate hanno iniziato a muoversi in senso negativo, anche se in maniera modesta. Per capire però quale potrà essere il trend più duraturo bisognerà attendere ancora qualche giorno per valutare tempi e modalità di implementazione di una eventuale secessione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Vaccini, spauracchio terza dose. Il possibile impatto sui mercati

Cina, come sfruttare la crescita monstre con gli Etf giusti a Piazza Affari

Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi degli analisti da Anima a Stellantis

NEWSLETTER
Iscriviti
X