Ubs – Peter Kurer lascia, entra la politica

A
A
A
Avatar di Marco Mairate 4 Marzo 2009 | 08:54
A meno di una settimana dalla sostituzione del Ceo di UBS Marcel Rohner, anche, Peter Kurer, Presidente in carica di UBS, decide di non rinnovare il suo mandato. Al suo posto un politico e precisamente l’ex guardiasigilli del piccolo paese elvetico.

Peter Kurer, Presiente di UBS, ha deciso di non ricandidarsi alle prossime elezioni che si terranno il 15 aprile 2009. Al suo posto, il consiglio di amministrazione ha scelto Kaspar Villiger (nella foto) come nuovo candidato.

Kurer ha detto in una lettera ai dipendenti, che il suo compito in UBS era a tempo determinato ed ora è passato un anno dal suo insediamento, ed è giunto il momento di lasciare il comando.

Il top manager inoltre spiega che uno dei suoi obiettivi era quello di riorganizzare la banca elvetica e trovare la giusta leadership per assicurare il futuro dell’intero gruppo. Per questo dopo “avere assicurato la presenza di un uomo e l’esperienza di  Oswald J. Grübel nel ruolo di Ceo……ora penso che sia il mio turno, così da completare il processo di transizione”.

Villiger dal 1989 al 2003 è stato membro dello Swiss Federal Council, mentre negli ultimi 8 annio ha ricoperto il ruolo di Ministro delle Finanze.

Durante il suo mandato pubblico, la FC ha preso alcune decisione difficili in campo finanziario: come la legge antiriciclaggio, la costituzione di una task force per i mercati finanziari e ha completato l’adozione della Direttiva UE su fiscalità e tassazione dei redditi personali.

La lettera di Peter Kurer ai dipendenti:

”One year ago I accepted the position of Chairman out of my sense of responsibility for the bank, its shareholders, clients, staff and the communities in which we work,” said Peter Kurer, Chairman of the UBS Board of Directors. “At that time, I announced that we had to resolve numerous and challenging issues: the establishment of proper governance to reflect the rapid changes in the financial marketplace; a re-examination of the bank’s strategy; the implementation of improved risk control systems; the reduction of risk concentration and the balance sheet; the introduction of responsible and longterm, value-oriented incentive plans; and succession planning designed to enhance the best leadership of the organization going forward. Most of this has been accomplished in a short period of time by working closely with the Group Executive Board and the Board of Directors. Finally, I am particularly proud of having secured someone with the experience and talent of Oswald J. Grübel as Group Chief Executive Officer after Marcel Rohner advised us of his intention to leave the bank. I now think it is time to complete this transition and leave the office at the end of my one-year term.”

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

UBS, forse una fusione!

Private Banking – UBS vuole Ackermann al posto di Kurer?

Banche: il blocco dello short selling non arresta le vendite

NEWSLETTER
Iscriviti
X