Il Fondo Oyster European Subordinated Bonds ha superato la soglia di 100 milioni

A
A
A
di Finanza Operativa 24 Ottobre 2017 | 13:30

Lanciato ad agosto 2016 da SYZ Asset Management, l’entità di gestione patrimoniale istituzionale del Gruppo SYZ, per approfittare dell’ondata di ristrutturazioni patrimoniali del settore finanziario, il fondo OYSTER European Subordinated Bonds ha superato la soglia di EUR 100 milioni. La gestione del fondo è affidata ad Andrea Garbelotto e Antonio Ruggeri, co-gestori di portafoglio operativi da Milano, in ragione della lunga esperienza maturata nelle obbligazioni corporate europee, nonché della profonda conoscenza acquisita sul mercato del debito subordinato.
Al suo lancio ad agosto dello scorso anno, il fondo OYSTER European Subordinated Bonds faceva parte della gamma in reddito fisso e credito di SYZ Asset Management e offriva agli investitori la possibilità di accedere a fonti di rendimento effettivo e totale interessanti e alternative nel credito. A seguito delle continue ristrutturazioni patrimoniali e delle nuove normative per il settore bancario, l’universo delle obbligazioni subordinate europee è cresciuto rapidamente fino a superare oggi EUR 660 miliardi[1]. Nonostante i rendimenti allettanti, il novantacinque percento degli emittenti presenta rating investment grade e solidi fondamentali. Con rendimenti medi attualmente simili a quelli del settore high yield, le obbligazioni subordinate si prefigurano come fonti di reddito nuove e interessanti.
Nell’ultimo anno, i primi investitori del fondo hanno beneficiato di rendimenti interessanti, sostenuti dalla gestione attiva del suo esperto team di investimento. I consistenti apporti giunti al fondo dal lancio testimoniano le performance conseguite e quanto la strategia sia opportuna. Con il suo approccio il fondo si rivolge a investitori che desiderano diversificare la loro allocazione obbligazionaria, così come a investitori che cercano, attraverso un processo caratterizzato da una solida gestione del rischio, delle obbligazioni a maggiore rendimento.
 Esposizione diversificata alle obbligazioni subordinate europee. La strategia offre agli investitori un’esposizione diversificata alle obbligazioni subordinate europee con una gestione attiva (senza benchmark). Negli ultimi tempi questa classe di attivi è diventata più interessante per via dei cambiamenti normativi che hanno reso l’emissione di titoli di debito tradizionali costosa o, nel caso del debito istituzionale finanziario, alquanto impegnativa. L’emissione di titoli di debito subordinato sta conquistando sia gli emittenti, per il suo impatto positivo sui bilanci, che gli investitori, visto il potenziale rendimento effettivo e totale.
 Gestione affidata a un team di investitori altamente qualificati nelle obbligazioni corporate europee. Dal lancio, il fondo ha reso un +8,4% ed è stato collocato nel 10° percentile da Morningstar e nell’11° percentile da Lipper in rapporto ai rispettivi gruppi concorrenti. Il team, che mediamente vanta un’esperienza nel settore di 23 anni, gestisce sia il fondo OYSTER European Subordinated Bonds, sia il suo fondo accessorio OYSTER European Corporate Bonds, che gode di altrettanto successo.
“La filosofia di gestione mostra un portafoglio a forte convinzione”, ha dichiarato Andrea Garbelotto. “Dedichiamo il nostro tempo a svolgere ricerche approfondite e allochiamo in modo significativo per massimizzare il valore dei nostri sforzi di analisi. Abbiamo costruito attentamente la nostra esposizione al segmento e sviluppato modelli proprietari per selezionare le migliori opportunità con valutazioni non corrette”.
Katia Coudray, Chief Executive Officer, SYZ Asset Management, ha aggiunto: “L’opportunità nel debito subordinato è una storia di lungo corso che sfrutta i cambiamenti strutturali di banche e compagnie assicurative: gli istituti lottano infatti tanto per ottimizzare i loro bilanci quanto per soddisfare le nuove normative in materia di solvibilità. Gli investitori hanno cercato di approfittare di questi cambiamenti strutturali principalmente attraverso le azioni ma, come abbiamo dimostrato, anche il debito subordinato rappresenta un modo interessante di investire nel segmento”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti