La riduzione BCE dei tassi fa crollare le borse

A
A
A
di Redazione 6 Marzo 2009 | 08:10
Giornata negativa per tutte le borse quella di ieri. S&P, Nasdaq e Nikkei in forte ribasso. Si segnala la caduta libera di General Motors.

Decisamente pesante la seduta di ieri per le borse mondiali; Wall Street vede l’indice S&P 500 perdere il 4,25% ed il Nasdaq Composite il 4% mentre un ex colosso come Citigroup arriva a valere un solo dollaro per azione, con una discesa dell’85% da inizio anno. A questo vanno sommati gli allarmi di General Motors circa la probabile incapacità di proseguire l’attività.

Il clima fortemente negativo tornato sui listini pesa anche su Tokyo che vede il Nikkei 225 arretrare del 3,5% gravato anche dal rafforzamento dello yen.

Listini europei invariati rispetto alla disastrosa chiusura di ieri.

Molto forte il mercato obbligazionario con ribassi dei tassi su tutta la curva.

Marcato rafforzamento dell’euro nella prima mattinata con un balzo sino a 1,2726 contro dollaro in rialzo di oltre 2 figure dai minimi di ieri.

Oggi è atteso in particolare il dato sui non-farm payrolls statunitensi alle 14:30.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti