Anima SGR, l'ora del delisting

A
A
A
di Redazione 10 Marzo 2009 | 14:32
Inversione di trend sui listini, volano i titoli delle grandi banche italiane. Bene Fortis, dopo l’annuncio del nuovo accordo con BNP, che però dovrà essere approvato anche dagli azionisti dell’istituto belga. Squeeze Out riuscito invece per BPM, che adesso detiene il 100% di Anima SGR.

Listini finanziari finalmente in area profit. Dopo quasi quattro sedute fortemente negative, la giornata odierna si è aperta con una inversione del trend. Nel vecchio continente le principali piazze finanziarie guadagnano oltre il punto percentuale. Positiva anche Piazza Affari, con l’S&P Mib che a metà seduta segna un +2%, spinta a rialzo dall’ottima performance dei titoli dei due maggiori istituti finanziari italiani, [s]Intesa Sanpaolo[/s] e [s]UniCredit[/s], che guadagnano oltre i sei punti percentuali.

Acquisti che ritornano anche sul titolo Fortis. Finalmente sembra chiarita la situazione per l’istituto. Dopo lo stop di dicembre della giustizia belga, che aveva di fatto congelato qualsiasi operazione di vendita di alcune attività di Fortis alla francese [s]BNP Paribas[/s], ieri si è arrivati ad un nuovo accordo.
L’istituto parigino dovrebbe acquisire il 75% della Fortis banque Belgio, per un controvalore in azioni BNP di 8.3 miliardi di euro, il 25% di Fortis Assurance Belgio, per 1.3 miliardi di euro, e l’acquisto di Fortis Lussemburgo per 800 milioni di euro.
In aggiunta, il governo belga avrebbe anche dato a BNP la garanzia di una copertura finanziaria su eventuali perdite legate a Fortis, per un controvalore di quasi 3.5 miliardi di euro.
L’ok sul nuovo accordo adesso passa nelle mani degli azionisti dell’istituto belga, i quali si incontreranno il prossimo 8 aprile in assemblea generale. Una approvazione che non dovrebbe comunque riscontrare grandi problemi, data la situazione patrimoniale di Fortis ed il rischio di dietro front della stessa BNP.
Una operazione che è piaciuta al mercato, il quale nella sola seduta di ieri ha spinto il titolo Fortis a guadagnare oltre il 20%. Inoltre, nel caso fosse approvato l’accordo anche dagli azionisti, porterebbe BNP Paribas a diventare la prima banca europea per depositi, con quasi 550 miliardi di euro.

Intanto a Piazza Affari Anima SGR viene definitivamente passata nelle mani di Banca Popolare di Milano. Ieri infatti la CONSOB ha comunicato che la percentuale della SGR italiana in possesso di [s]BPM[/s] è del 100%. Lo Squeeze Out, (cioè il diritto di acquisire le azioni residue in seguito ad un’Offerta di Pubblico Acquisto totalitaria), esercitato da Banca Popolare di Milano ha quindi portato alla revoca dalla quotazione del titolo Anima SGR sul MTA, il Mercato Telematico Azionario. La SGR italiana non sarà quindi più presente tra gli istituti italiani quotati a Piazza Affari, ed anche il BlueIndex, l’indice del risparmio gestito, del quale Anima SGR è uno delle componenti, verra spinoffata e sostituita da un altro titolo, che ha come business anche il risparmio gestito.

</tr

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche borse (xetra) 48.57 EUR +1.71%
American Express Nyse 10.64 USD +3.70%
Anima Borsa Italiana 1.45 EUR 0.00%
Axa Euronext 5.88 USD -5.65%
Azimut Borsa Italiana 3.10 EUR -8.63%
Banca Generali Borsa Italiana 1.98 EUR -8.29%
Bank of NY Mellon Nyse 18.02 USD -1.26%
Barclays Lse 3.33 USD -5.12%
BlackRock Nyse 90.90 USD -1.62%
BNP Euronext 22.08 EUR +1.56%
Citigroup Inc Nyse 1.05 USD +1.94%
Credit Agricole Euronext 6.19 EUR +1.30%
Credit Suisse Group Swiss Market Exchange 22.48 CHF -6.17%
Deutsche Bank Deutsche borse (xetra) 19.21 EUR +4.80%
Dexia Euronext 1.12 EUR +0.90%
Fortis Euronext 1.16 EUR +20.8%
FT Inv. Nyse 39.49 USD +2.14%
Goldman Sachs Nyse 73.95 USD -2.24%
Henderson Lse 65.25 GBp +1.55%
HSBC Investments Lse 349.0 GBp -3.25%
ING Euronext 2.55 EUR +1.96%
IntesaSanpaolo Borsa Italiana 1.40 EUR -3.58%
Invesco Nyse 9.51 USD -3.25%
Janus Capital Group Nyse 4.19 USD -3.45%
Jp Morgan Nyse 15.90 USD -0.18%
Julius Baer Swiss Market Exchange 20.50 CHF -3.48%
Legg Mason Nyse 10.79 USD -3.14%
Man Group Lse 155.5 GBp -2.26%
Mediobanca Borsa Italiana 4.83 EUR -9.55%
Mediolanum Borsa Italiana 2.14 EUR +1.67%
Morgan Stanley Nyse 16.48 USD -4.07%
Montepaschi Siena Borsa Italiana 0.79 EUR -5.16%
Natixis Euronext 0.80 EUR -2.91%
Nordea bank Omxnordicexchange 42.90 SEK +4.63%
Raiffeisen Wiener Borse 15.45 EUR +1.31%
Schroders Lse 719.50 GBp -1.10%
Skandia (Old Mutual) Lse 30.80 GBp -3.14%
State Street Nyse 17.61 USD -2.05%
Ubs Swiss Market Exchange 8.57 CHF -5.30%
Unicredit Borsa Italiana 0.73 EUR +1.45%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Asset management, un premio per Anima

Anima, una raccolta resiliente e nuovo condirettore generale

Azioni Usa nella trappola della trade war e quelle europee gravate dal rischio politico

NEWSLETTER
Iscriviti
X