Certificati, da Exane nuovi Crescendo Rendimento Memory settoriali

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 15 Dicembre 2017 | 08:44

«Squadra che vince non si cambia» recita la saggezza popolare. Spinti da questo proverbio, Exane Derivatives ha deciso di tornare sul Sedex quotando, dal 15 dicembre 2017, quattro certificati «Crescendo Rendimento Memory» strutturati su specifici settori.

«Con l’emissione dei «Crescendo Rendimento Memory», che segnano il nostro ritorno su Sedex, abbiamo tradotto in soluzioni di rendimento la view dei nostri analisti sulle opportunità del mercato azionario nel 2018» ha dichiarato Carlo Ceriani, Cross Asset Investment Solutions Sales di Exane Derivatives. «Alla luce dell’opinione del nostro team di Ricerca, più volte premiato nei sondaggi di settore – ha aggiunto Antonio Manfré, Cross Asset Investment Solutions Sales di Exane Derivatives – abbiamo, dunque, emesso dei certificati su quei settori che potrebbero avere il vento in poppa nel prossimo anno». Il team di Equity Strategy di Exane BNP Paribas ritiene, infatti, che in una fase di mercato che si caratterizzerà per un calo della liquidità da parte delle banche centrali, i settori a maggiore potenziale per il 2018 siano Oil & Gas, in virtù del suo carattere difensivo, Telcos, grazie ad una possibile crescita degli earnings, Banks, i cui fondamentali continuano a registrare un miglioramento a fronte di una valorizzazione interessante, e Insurance, per il suo bias Value.

Frutto dell’osservazione dei parametri tecnici sui sottostanti e dell’innovazione prodotto, i certificati «Crescendo Rendimento Memory» strutturati su specifici settori vantano le caratteristiche tipiche dei prodotti di tipo autocallable già emessi dalla società transalpina cioè cedola condizionata mensile con effetto memoria, possibilità di rimborso anticipato mensile a partire dal 6° mese e protezione condizionata del capitale dopo 36 mesi (in caso contrario, perdita del capitale).

A partire da gennaio 2018, la gamma «Crescendo Rendimento Memory» prevede, infatti, la distribuzione di una cedola condizionata mensile se tutti i sottostanti, alla data di osservazione mensile, sono superiori ad una barriera europea(1). Tali cedole vantano anche l’effetto Memoria che permette di recuperare le cedole non percepite nel primo mese in cui si verifica la condizione per ricevere la cedola condizionata.

Inoltre, da maggio 2018, la gamma «Crescendo Rendimento Memory» puo’ essere rimborsata anticipatamente se ogni sottostante è stabile o in rialzo rispetto al Livello Iniziale. Qualora la condizione per il rimborso anticipato non dovesse verificarsi, a scadenza è prevista una protezione condizionata del capitale in funzione di una barriera europea (in caso contrario, rischio di perdita del capitale).

Grazie a tali caratteristiche, pur supportando un rischio in conto capitale e un rischio di credito relativo all’emittente e al garante, la gamma «Crescendo Rendimento Memory» risponde al bisogno di rendimento e di protezione condizionata del capitale permettendo di esporsi ai settori a maggiore potenziale del 2018.

Tutte le informazioni sui nuovi Crescendo Rendimento Memory, quotati dal 15 Dicembre su Sedex, e sulle soluzioni d’investimento emesse da Exane Derivatives sono reperibili sul sito www.exane.com/italiancertificate.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali apre l’Airbag per i clienti

Certificati, da Bnp Paribas una nuova serie di Memory Cash Collect

Mercati, Volkswagen pronta a diventare leader nel settore delle auto elettriche

NEWSLETTER
Iscriviti
X